Pagine

martedì 13 dicembre 2011

DOPO TORINO, FIRENZE. UCCISI DUE SENEGALESI DA UN FASCISTA

Uccide due senegalesi, è rivolta a Firenze. “Maledetti italiani!”



Centinaia di connazionali dei due venditori ambulanti uccisi questa mattina da un cinquantenne al mercato di Piazza Dalmazia stanno inscenando violente proteste, con un corteo che si sta dirigendo verso la prefettura causando danni e bloccando il traffico


■Ambulanti uccisi a Firenze, la comunità senegalese: “Colpa dei politici”


Parla il rappresentante della comunità senegalese: “La colpa di quanto è successo è dei politici, sia di destra che di sinistra. Infatti hanno banalizzato il razzismo!”

■Senegalesi uccisi a Firenze, CasaPound Italia: “Immane tragedia della follia”


Afferma: “Quattro persone morte senza alcun motivo. Vero, Casseri era un nostro simpatizzante, come migliaia in tutta Italia. Ma non siamo soliti chiedere a tutti la patente di sanità mentale. Questo Stato non garantisce protezione ai suoi figli più debol




tratto da: http://www.redattoresociale.it/DettaglioNotizie.aspx?idNews=376937  


Giustiziere a Firenze: due senegalesi morti, altri 3 feriti, poi si uccide
Il killer, Gianluca Casseri, era uno scrittore politicamente collocato all'estrema destra


13 dicembre, 18:00


Firenze violenta. E' morto Gianluca Casseri l'uomo che stamani ha ucciso due senegalesi e ferito un terzo in piazza Dalmazia, alla immediata periferia della città, e poi ha sparato ad altri due in San Lorenzo per poi fare fuoco contro se stesso.


KILLER SCRITTORE FANTASY DI ESTREMA DESTRA - Era uno scrittore politicamente collocato a destra, appassionato di fantasy, Gianluca Casseri, l'uomo che stamane a Firenze ha ucciso due senegalesi in piazza Dalmazia, e ferito due persone al mercato di San Lorenzo. 50 anni, pistoiese, Casseri era nato ed aveva vissuto a lungo a Ciriegio, un paese sulla montagna pistoiese ma da qualche tempo si era trasferito a Firenze. Il killer aveva scritto, tra l'altro, 'La Chiave del caos', insieme con Enrico Rulli, romanzo storico che ruota attorno alla figura di un mago, matematico e alchimista. Casseri era conosciuto come una persona molto introversa, un solitario. Il suo libro, edito da Punto d'incontro, era uscito nel 2010 e Casseri l'aveva presentato in più di un'occasione in incontri in Toscana.


SENEGALESE VEDE CADAVERE KILLER, 'E' MORTO' - Non volevano credere che Gianluca Casseri, l'uomo che ha ucciso due senegalesi e feriti altri tre prima di uccidersi, fosse davvero morto. Così la polizia ha consentito che un loro connazionale, accompagnato dagli agenti, scendesse nel parcheggio sotterraneo del mercato di San Lorenzo per sincerarsi che era vero. Quando è uscito il senegalese ha annunciato agli altri che il killer era morto.


"Non ci dite che era un pazzo, perché se lo fosse stato avrebbe ucciso sia neri che bianchi....". Così reagiscono alcuni dei senegalesi che si trovano in piazza San Lorenzo, dove Gianluca Casseri ha sparato a due loro connazionali, ferendoli, per poi uccidersi. Nessuno di loro ha tuttavia dato segni di rabbia e tutti sono calmi. Sul posto anche l'assessore comunale Massimo Mattei che li ha rassicurati: "Siamo tutti con voi". C'é anche il console onorario del Senegal, Erando Stefani: "C'é smarrimento e tanto dolore ma occorre andare avanti con l'uso della ragione".


Il corteo dei senegalesi, formatosi dopo i raid di Gianluca Casseri, poi suicidatosi, ha raggiunto la prefettura e un esponente storico della comunità, Pap Diaw, è stato ricevuto dal prefetto Paolo Padoin. In prefettura sono giunti anche il sindaco, Matteo Renzi, ed il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi.


POLIZIA HA SPARATO SENZA COLPIRE KILLER - La polizia ha fatto fuoco contro l'auto nella quale c'era Gianluca Casseri, l'uomo che ha ucciso due senegalesi e feriti tre prima di uccidersi. Il colpo non ha però raggiunto l'uomo che era seduto al posto del passeggero nella vettura posteggiata nel parcheggio sotterraneo del mercato di San Lorenzo. Quando gli agenti sono arrivati sul posto, dopo che l'uomo aveva ferito due senegalesi nella zona di San Lorenzo, hanno cominciato l'evacuazione del mercato e quindi del parcheggio. Uno dei poliziotti ha scorto l'auto con Casseri a bordo e si sarebbe avvicinato per farlo uscire. E' stato a quel punto che l'uomo ha estratto la pistola e l'agente ha fatto fuoco, colpendo la parte della vettura opposta a quella dove si trovava Casseri. L'uomo si è quindi puntato la pistola alla gola e ha sparato. Il proiettile è fuoriuscito dalla testa. Subito è stato tentato di rianimarlo, ma è morto poco dopo.


tratto da http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2011/12/13/visualizza_new.html_12892364.html
Posta un commento