Pagine

martedì 10 gennaio 2012

IL CONSIGLIERE COMUNALE LEGHISTA DI ALBENGA INQUISITO DALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI SAVONA PER ISTIGAZIONE ALL'ODIO RAZZIALE

Lo dicevo io che c'era l'obbligatorietà dell'azione penale...difatti...

La sindachessa, leghista anche lei, cerca di sminuire, di calmare le acque: ...è un bravo ragazzo...ha chiesto scusa...si è pentito.
Bella stella! Poverino! Voleva mandare gli altri nei forni, ma ora c'è lui, sulla graticola...

Non è tanto per la gravità di quello che ha detto, che pur rimane in tutta la sua gravità. E' che quello che ha scritto è indice di un degrado politico, sociale e umano che va ben al di là della ristretta cerchia di mura seicentesche che, ancor oggi, cingono Albenga.

Ma quello che mi spaventa è che, ora sono tutti colpiti e contriti per le scemenze che l'assessore ha scritto su Facebook...ma tra poche settimane chi se ne ricorderà?

Ciò che più mi spaventa è che la "gente" trovi normale che gli stranieri lavori per pochi euro l'ora, che non abbiano una casa decente, un luogo adeguato in cui pregare e via dicendo...
Posta un commento