Pagine

lunedì 7 giugno 2010

Cari tutte e tutti,

siamo abituati a sapere di palestinesi che vengono uccisi da soldati o da coloni israseliani.

A Firenze, in ospedale è deceduta per malattia una donna palestinese,. Era venuta in italia per

trovare il figlio, da qualche mese era ricoverata. Non ce l'ha fatta.

La donna è di Hebron, il figlio non ha soldi per il trasporto. L' ambasciata giordana non si è assunta

l'onere di pagare il trasporto del cadavere perchè la donna pur avendo passaporto giordano vive ad Hebron ed

è palestinese.

L' ambasciata palestinese, interpellata dal figlio non ha soldi, ma hanno chiesto all' autorità palestinese che

pagherà una parte. I costi sono davvero consistenti: settemila euro, più il viaggio del figlio che vuole accompagnare

la madre ad Hebron. Lui vive in Italia ormai da parecchi anni, ha cittadinanza italiana, di lavoro fa il portiere e quindi

non ha soldi da parte.

Mi hanno telefonato da Hebron alcuni cugini della donna e mi hanno chiesto se potevo fare qualcosa.

Ho parlato con il figlio e mi sono resa disponibile per un contributo, ho poi chiamato un consigliere comunale di Firenze per vedere se il Comune può fare qualcosa. Ma intanto il tempo passa.

Cosa chiedo: se qualcuno o qualcuna volesse contribuire alle spese di trasporto a Hebron, vi pregherei di comunicarmelo e li metterò in contatto con il figlio.

mail luisamorgantini@gmail.com

.

So che siamo oberati da infinite richieste, ma spero che riusciamo ad aiutarli.

Un abbraccio.

Luisa Morgantini



assopace.nazionale@assopace.org
http://www.assopace.org





Posta un commento