Pagine

domenica 25 marzo 2012

RISPOSTA ALLA PROPOSTA: Francesca Mannozzi

Rispondo volentieri alla proposta di Giuliano Falco soprattutto perchè si rivolge a tutti, non discrimina tra credenti e non e fa posto anche alle motivazioni dei dubbiosi e a quelle degli incerti. Tra l'altro a me succede di trovarmi anche tra i dubbiosi, anche tra gli incerti, e forse sarebbero stati quelli i miei luoghi se ...se non avessi vissuto le esperienze dolorose che ho vissuto, nella solitudine totale, nello sconforto assoluto. Queste esperienze hanno preparato il terreno della mia anima ad accogliere parole, lette e ascoltate, incontri, con persone e idee, che mi sono quasi venuti incontro e mi hanno aperto orizzonti nuovi e offerto consolazioni inaspettate e la certezza dell'esistenza di un Bene soprannaturale che opera costantemente in noi e intorno a noi. Tra le parole lette, un posto privilegiato lo occupa il salmo n.°8: "...che cosa è l'uomo perchè te ne ricordi/ il figlio dell'uomo perchè te ne curi?/ Eppure l'hai fatto poco meno degli angeli...", ma anche la luminosa prospettiva provvidenziale con la quale il Manzoni spiega gli accadimenti della storia. Ho avuto la fortuna di incontrare persone semplici ma illuminate che mi hanno aiutato a comprendere in cosa consiste la povertà dello spirito. E tanti giovani preparati, fiduciosi, consapevoli, aperti al desiderio di una conoscenza e di una vita autentica. Potrei arricchire ancora questo elenco, ma, appunto, non vorrei ridurre a elenco questi momenti di luce, questi attimi di splendore che mi mantengono ferma su un cammino che diventa impervio quando mi distraggo e credo di procedere con le mie sole forze. Francesca



Posta un commento