Pagine

giovedì 8 marzo 2012

Albenga – Il Sindaco e la sua maggioranza disertano il consiglio comunale.



di Mary Caridi - Esistono molti sistemi per aggirare le leggi, umiliare la democrazia e i cittadini, ma quello messo in scena oggi dal sindaco Rosy Guarnieri è uno schiaffo alle regole, un affronto agli albenganesi. Come può un’amministrazione e un Sindaco convocare un consiglio comunale e poi non presentarsi? Dire che lo fa per combattaere l’assenteismo di alcuni consiglieri e poi lei stessa non presentarsi?


Mezzucci per restare a galla, per forzare le dinamiche del parlamentino ingauno, per far approvare pratiche che diversamente non avrebbero la maggioranza, ma che lasciano allibiti. Teatrino della politica, giochini che, a detta della Guarnieri, dovrebbero diventare la regola. Prova evidente che non avendo più la maggioranza su alcune pratiche si è inventata l’escamotage da regolamento condominiale: convocazioni a rate, sino al raggiungimento della maggioranza, che non deve più essere piena. Stupisce e addolora constatare che molti consiglieri comunali perbene si associno a questo metodo sfrontato e che loro stessi si prestino a umiliare ogni regolamento. Un precedente pericoloso che andrebbe fermato dalla Prefettura, che è stata informata dell’irregolarità della vicenda.


Interessi particolari o arroganza, dietro un metodo che porta allo scontro diretto e all’innalzamento della tensione o fretta per la paventata entrata in vigore delle nuove norme che impediranno edificazioni ai comuni privi di depuratore? Comunque vada lo strappo è troppo forte e nulla sarà più come prima nel nostro comune. Quando si umiliano le regole per interessi di parte, ognuno di noi ha perduto qualcosa. Albenga non è territorio di scorribande e non deve diventarlo e i cittadini devono poter continuare ad avere fiducia nella politica e nei suoi rappresentanti. Una pagina nera nella politica del nostro territorio.






tratto da:


http://albengacorsara.it/2012/03/06/albenga-il-sindaco-e-la-sua-maggioranza-disertano-il-consiglio-comunale/
 
Nota mia: occorre ricordare che si tratta di una sindachessa leghista? Ma non erano buoni amministratori? Questi hanno scambiato il Comune di Albenga per un'assemblea di condominio...va bene che fanno pendant con quello che accade nel resto del paese: la democrazia svilita, il decisionismo tecnico-manageriale, l'autoritarismo 'democratico' applicato alla gestione del territorio (vedi Val di Susa e la questione TAV)...
...fino a quando?
Posta un commento