Pagine

lunedì 28 marzo 2011

RAZZISMO DIFFUSO

Dire che sono preoccupato, è poco. A scuola (insegno in una quinta elementare) anche bambini insospettabili, mostrano disagio verso i compagni maghrebini o, appena arrivati, ti vengono incontro e ti dicono "Ora arriveranno tutti. Passi per i profughi, ma i clandestini no!". Premesso che non penso di essere in una sezione dei giovani padani, immagino che sia il riflesso della famiglia e della società in cui ci troviamo.

Che tristezza! Ma forse è anche colpa nostra (di educatori, di genitori, di insegnanti): troppo spesso abbiamo veicolato messaggi generici, superficiali, di facciata e poche volte abbiamo dato l'esempio. La solidarietà, l'antirazzismo, la società aperta non sono solo argomenti di feste di fine anno. Devono divenire il sale del nostro agire quotidiano...o vogliamo lasciare il nostro paese alla lega nord e a forza nuova?
Posta un commento