Pagine

martedì 13 maggio 2008

OGGI SU REDATTORE SOCIALE

Oggi su www.redattoresociale.it - DiRE n. 131
(Sintesi notizie principali del 13 maggio 2008)
IMMIGRAZIONE
- La battaglia sui clandestini
Accanto ai 650 mila clandestini censiti dalla ricerca dell'Università di Milano Bicocca, ce ne sono altri 200-300 mila", sostiene l'esperto Fulvio Vassallo Paleologo (Università di Palermo). "50 mila sono donne vittime di tratta, gli altri sono persone che sono state regolari e hanno perduto il permesso di soggiorno perché licenziate".
- Intanto il neo ministro dell'interno Maroni si dice "favorevole al reato di immigrazione clandestina". Contrarie le Acli: "Punirebbe le famiglie italiane. I reati commessi dai cittadini stranieri vanno perseguiti, ma non vanno demonizzate le persone. Sì all'emersione dei lavoratori immigrati irregolari". No anche da Minniti (Pd) e Cancrini (Pdci).
- I Cpt costano già 90 milioni all'anno. 30 milioni per pasti, personale, e assistenza sanitaria; 60 sono per la sorveglianza. vai>> SICUREZZA - Il piano di 5 punti di Maroni
Dal contrasto dell'immigrazione clandestina a quello della criminalità organizzata, il decreto potrebbe essere presentato mercoledì al Consiglio dei ministri di Napoli: "Alcune misure sono urgenti, altre vedremo. Ascolterò anche il governo ombra". Berlusconi: "Non abbiamo mai cavalcato la paura, la sicurezza nella vita quotidiana dei cittadini va ristabilita con prevenzione e repressione". E sugli immigrati: "Padroni in casa nostra".
IMMIGRAZIONE
- "Più di un milione le badanti irregolari "Il sociologo Gianni Sgritta (Università La Sapienza) anticipa i primi risultati di una ricerca che sta conducendo sulle badanti in Italia. La stima oscilla tra un milione e un milione e trecento mila badanti irregolari, che si aggiungerebbero alla 600 mila già regolarizzate e iscritte all’Inps. Il docente: "Ecco perché si è creato il mercato nero delle assistenti familiari".- A Cagliari la prima guida pratica per le badanti. Curata dal centro Rodnoe Slovo, contiene il contratto di lavoro, informazioni giuridiche, istruzioni di pronto soccorso e informazioni indispensabili per chi affianca anziani e disabili.
CASA - A Milano il primo "cohousing" in affitto d'Europa
Si chiama Residance ed è il primo progetto di cohousing in affitto realizzato in Europa. Nascerà A Milano, alla Bovisa, ed è riservato a persone con meno di 35 anni che pagheranno un canone mensile di 10 euro al metro quadro. Sono già 300 i giovani aspiranti cohouser.- Per ogni due metri quadri di parquet uno di serra verticale, capace di garantire il 50% del fabbisogno di frutta e verdura fresca agli abitanti. È "Urban Farm" un modello di cohousing "verde" che, entro il 2010, ospiterà una trentina di famiglie a Milano.
NOMADI
- I Rom rubano i bambini? "Nessun riscontro"Per Melita Cavallo, capo del Dipartimento della giustizia minorile del ministero della Giustizia, non ci sono riscontri effettivi sul fenomeno. La paura però, dopo il fatto di Napoli, cresce tra le mamme che ingigantiscono notizie di cronaca spesso oscure.
PSICHIATRIA - Elettroshock: una voce contro, una a favore"Provoca un annichilimento della persona", dice lo psichiatra Cestari (Comitato cittadini per i diritti umani): "Non è un effeto collaterale ma diretto. E' tornato in uso grazie alle compagnie assicurative americane".- "E' efficace quando le altre terapie non lo sono", dice lo psichiatra Tondo (Centro Lucio Bini): "Nel trattamento della depressione grave con agitazione e rischio di suicidio, ha una percentuale di miglioramento superiore a quello delle terapie antidepressive". vai>> PSICHIATRIA - Quando la pazzia nasconde la miseriaResoconto del convegno europeo di Psichiatria democratica a trent'anni dalla legge 180 ("Non legare più in un'Europa senza manicomi"). "Il pericolo più insidioso è ancora la miseria camuffata dal sintomo". Critiche "all’approccio iperspecialistico alla sofferenza" e alla "medicalizzazione della malattia mentale". "Attenti alle residenze per malati mentali: possono ricreare meccanismi analoghi a quelli del manicomio".
VOLONTARIATO - "Le emozioni entrino nelle politiche sociali"
Dal 16 al 18 maggio a Torino il VI Convegno nazionale delle organizzazioni di auto-aiuto e auto-mutuo-aiuto. L'obiettivo: fare un "documento comune" per mettere in rete le buone prassi e fare sì che l'espressione e la condivisione delle emozioni diventino parte integrante delle politiche sociali.
USURA - Un fondo da 5 milioni contro l'indebitamento Un fondo anti usura di cinque milioni di euro per le famiglie che non riescono a pagare i loro debiti. È il frutto del protocollo di intesa tra Adiconsum e Fiditalia per contrastare il problema del sovraindebitamento, che ormai riguarda il 25% delle famiglie italiane.
IMMIGRAZIONE
- Una comunità compatta, ma schivaBologna. Gli eritrei scappano da una emergenza umanitaria, arrivano giovanissimi e smarriti. Formano una comunità solida, ma che non riesce a ottenere l’attenzione che vorrebbe. "Siamo venuti per primi e siamo considerati come fossimo gli ultimi arrivati. Non sappiamo chiedere e siamo troppo onesti”. Pochi i locali della comunità, ma frequentati assiduamente. Dagli anni '70 la città è stata scelta come centro internazionale della lotta armata esterna dal Fronte popolare per l’indipendenza eritrea.
TITOLI
- Governo: a Giovanardi le deleghe su droga, famiglia, servizio civile.
- Prestigiacomo: ''Bimbi a studiare l'ambiente in campagna''. Plaude la Coldiretti.
- Lavoro, a San Marino per le future mamme c'è “l'astensione anticipata”.
- A Modena torna ''Ethicae'', Festival della cittadinanza attiva.
- Sul sito della Cisl Lombardia la storia del lavoro raccontata dal cinema. - Puglia, torna ''Abracadabra'' dell’Aibi contro l’abbandono dei bambini.
- Bologna diventa ''cricket city''. E vince per integrazione.
- L’Ania mette on line il primo blog per sulla sicurezza stradale. - Etc. etc.

_______________
REDATTORE SOCIALE
Agenzia giornalistica quotidiana in abbonamento
- www.redattoresociale.ittel. 0734 681001
- e-mail: redazione@redattoresociale.it DiRE
- WelfareAgenzia di stampa quotidiana in abbonamento
- www.dire.it
tel. 06 45499569 - e-mail: welfare@dire.it
Posta un commento