Pagine

sabato 3 maggio 2008

AL PEGGIO NON C'E' MAI FINE:DOPO FIORONI, LA GELMINI...

Chi è la Gelmini? Di lei se non ricordo male, ne abbiamo già parlato in un precedente post...
Quand'era al Comune di Milano, in barba al buon senso e alla normativa nazionale e internazionale aveva vietato l'iscrizione alle scuole materne meneghine dei figli di stranieri 'irregolari'. E pensare che la Convenzione Internazionale dei Diritti del Fanciullo, sottoscritta anche dal 'nostro' paese, afferma che tutti i minori hanno diritto all'istruzione a prescindere dallo status giuridico dei loro genitori.
Ora che sembra è ministro della pubblica (? scrivo il punto di domanda perchè il primo atto sarà quello di cambiare nome al Ministero) istruzione in pectore cosa combinerà?

Per chi avesse voglia di approfondire la sua conoscenza, riporto una mail di dw-intercultura, dedicata alla signora in questione...

«Il Comune di Milano agisce nel pieno rispetto della legalità, agli esponenti dell’opposizione del centro sinistra di palazzo Marino ricordo che il diritto allo studio vale esclusivamente per le scuole elementari e medie e non come in questo caso per le materne, ovunque e da sempre le scuole materne sono riservate esclusivamente ai residenti, una persona residente a Mantova non può iscrivere il figlio a Milano». Lo ha affermato Mariastella Gelmini, deputato e coordinatrice di Forza Italia in Lombardia, difendendo il sindaco Moratti che ha vietato l’iscrizione alle scuole materne ai figli degli immigrati irregolari. "Quindi il clandestino per definizione non può essere un residente e un soggetto iscrivibile, anche se non spetta ai dirigenti scolastici denunciare i clandestini, e’ sicuramente una prerogativa del Comune decidere i criteri di accesso alle scuole materne"
**************************
Gelmini (FI): «allibita per la sentenza sui bambini degli immigrati irregolari»
«Anche se il caso di questa persona e’ un po’ atipico, la sentenza del Giudice mi lascia allibita, definire il sacrosanto diritto di rispettare a leggi italiane messa in atto dal Comune di Milano viene definita discriminatoria» così si è espressa Mariastella Gelmini http://www.newsfood.com/Articolo/Italia/2008-02/20080211-Gelmini-FI-sentenza-bambini-immigrati-irregolari.asp
***************************
Mariastella Gelmini: «Non vorrei che l'atteggiamento delle autorità ecclesiastiche finisse per allontanarle dal sentimento dei milanesi che non ne possono più dei continui atti delinquenziali» dei rom.
http://www.corriere.it/vivimilano/cr...e_bacula.shtml
****************************
Mariastella Gelmini, coordinatrice regionale di Forza Italia. "I nomadi a Milano sono un problema che tutti i cittadini conoscono bene. Furti nelle case, automobili rubate e scippi appartengono al triste costume comportamentale di alcuni ospiti dei campi nomadi. E' importante che le istituzioni - spiega la Gelmini - Amministrazione cittadina e Prefettura, seguano un percorso di lavoro comune per garantire la sicurezza dei cittadini. Il Comune deve garantire quel minimo di supporto sociale esclusivamente nei campi non abusivi e la prefettura deve fare rispettare le leggi e le regole. I cittadini milanesi, sia chiaro, non sono però disposti a tollerare ulteriormente l'illegalità e il degrado".
http://canali.libero.it/affaritaliani/milano/problemaromMI0304.html
******************************
Berlusconi: piu' campi per i rom
2008-04-24 17:05:00(ANSA) - ROMA, 24 APR - 'Bisogna porre fine alle baraccopoli e aumentare i campi di accoglienza temporanea'. E' la ricetta di Berlusconi per i rom. Il premier in pectore, in un'intervista a 'Roma Uno', ha aggiunto che occorre 'individuare anche attraverso le impronte digitali l'identita' di queste persone. Poi se non hanno un lavoro, secondo quello che dice l'Ue,bisogna provvedere al loro rimpatrio'.
**********************
IMMIGRAZIONE: LA VIA EUROPEA, LA VIA ITALIANA
Tavola rotonda sull’immigrazione in Lombardia con particolare attenzione alla scuola
Milano, 4 aprile 2008. “Immigrazione: la via europea, la via italiana” è il titolo dell’incontro svoltosi ieri aMilano presso il Circolo del Buongoverno, con la presenza dell’on.Valentina Aprea, candidata Lombardia1, già Sottosegretario all’Istruzione, dell’on. Franco Frattini, vicepresidente della Commissione europea -responsabile Giustizia Libertà e Sicurezza, Massimo Ponzoni, assessore alla Sicurezza Regione Lombardia e Mariastella Gelmini - candidata Lombardia 2, Coordinatrice Regionale.In particolare Valentina Aprea ha fatto proprie le richieste dell’Appello di Diesse Lombardia -http://www.diesselombardia.it/imgdb/Appello_Stranieri_30_marzo_2007_def.pdf- impegnandosi a promuoverle e realizzarle in caso di vittoria elettorale. L’appello del 30 marzo 2007 rivolto da Diesse Lombardia al Ministro della Pubblica Istruzione chiede di:
a. stabilire i livelli minimi di conoscenza della lingua italiana per i diversi livelli scolastici
b. definire norme per una equa distribuzione degli studenti stranieri tra le scuole
c. stabilire una data, rispettosa del lavoro già svolto nelle classi da altri studenti, oltre la quale non sia più possibile l’inserimento immediato e diretto nelle classi
d. attivare sul territorio corsi intensivi di prima alfabetizzazione per una proficua frequenza dell’anno scolastico successivo alla data suddetta
e. destinare alle scuole autonome risorse finanziarie ed umane per l’avvio di laboratori di lingua italiana conprogrammi personalizzati per livelli di conoscenza della lingua italiana.
http://www.valentinaaprea.it/wp-content/uploads/2008/04/comunicato-stampa-diesse-lombardia-5-aprile-2008.pdf

non ci resta che rimboccarci le maniche!!!
Posta un commento