Pagine

giovedì 16 febbraio 2012

COMUNICATO STAMPA EDIZIONI LA ZIZA

Il Segretario del Partito del Socialismo Universale Vincenzo Di Maria insulta le Edizioni La Zisa, i Valdesi, Gianni Vattimo, gli omosessuali, gli Ebrei, nega l’Olocausto ed elogia Hitler



Non è la prima volta che la casa editrice La Zisa riceve messaggi di insulti o vere e proprie minacce per la propria attività. La nostra politica è stata sinora quella di ignorarli, salvo il caso in cui gli stessi fossero diretti ai nostri autori. Ma oggi abbiamo deciso di rendere pubblica una e-mail molto inquietante.
A scriverla è un certo “Segretario Generale del Partito del Socialismo Universale Vincenzo Di Maria” che attacca la casa editrice per il solo motivo di aver pubblicato il volume del defunto pastore protestante Teodoro Balma “Il popolo della Bibbia. Storia e martirio dei Valdesi”. E ciò proprio alla vigilia della festa che i Valdesi celebrano ogni anno il 17 febbraio in occasione dell’anniversario della concessione dei diritti civili nel 1848 agli stessi Valdesi e agli Ebrei. Nel messaggio Di Maria se la prende anche con la Chiesa Valdese, ritenuta "un covo di frosci", con il nostro amico il prof. Gianni Vattimo, chiamato "Attimo", con gli omosessuali in generale e con gli ebrei. Dulcis in fundo, Di Maria nega i campi di concentramento ed elogia Adolf Hitler.
Di seguito il testo integrale del messaggio: “Tempi addietro scoprii che la religione Valdese fosse un covo di frosci. Ma tale scoperta non aveva il timbro dell'attendibilità al 100% per cui mi sono astenuto dal parlarne con gli amici eterosessuali al 100%. Oggi voi stessi mi avete dato la conferma e la prova provata che ciò che prima aveva l'attendibilità dell'80% era la verità di cui parla Giovanni 8,32. Avere citato Giovanni può sembrare che io possa essere cattolico, ebreo, o cristiano in genere. Niente di tutto questo: sono ateo-agnostico ammiratore di Hitler che mandava in campo di concentramento (non a morte come dice la propaganda ebraica dell'olocausto) gli omosessuali. La mia ostilità verso gli omosessuali muove da un discorso che esula dagli spazi dell'attuale contesto. La conferma di cui ho parlato dianzi nasce dalla propagandata mail del lavoro edito dalla Zisa e del quale mi avete dato notizia poco fa; e nel citato lavoro uno dei prefatori è Giovanni Attimo froscio dichiarato. Tale dichiarazione ha la sua radice da una trasmissione de ‘L'infedele’ durante la quale Lerner accusò Il Vattimo di omosessualità, oltre a ciò in internet vi sono dichiarazioni pubbliche del Vattimo di sostegno ai frosci. Firmato da: Prof. di matematica e fisica; Preside emerito vincitore di due concorsi con scritto ed orale; scrittore, sociologo,storico, Segretario Generale del Partito del Socialismo Universale Vincenzo Di Maria.”


Informiamo l'autore della missiva che provvederemo a sporgere denuncia presso l'autorità competente ed esprimiamo la nostra piena solidarietà e la nostra più affettuosa vicinanza verso tutti coloro che sono stati fatti oggetto degli insulti nel messaggio.
L’idea che ci sia ancora oggi qualcuno che - dopo lo sterminio di sei milioni di ebrei, morti nei campi di concentramento, negati da Di Maria, anche insieme a molti omosessuali – elogi il fondatore del nazionalsocialismo Adolf Hitler, ci inquieta e ci riempie di tristezza.


http://edizionilazisa.blogspot.com/2012/02/vincenzo-di-maria-insulta-le-edizioni.html


Davide Romano – Uff. Stampa "Edizioni La Zisa"

Nota mia: al peggio, evidentemente, non c'è mai fine...
Posta un commento