Pagine

sabato 15 ottobre 2011

VIOLENTI, UTILI IDIOTI O SERVI FEDELI?

Quello che sta accadendo a Roma è un fatto gravissimo. Poche centinaia di imbecilli tengono in scacco diverse migliaia di manifestanti pacifici, con gran gioia dei tutori dell'ordine.

Non credo che i violenti, quelli di oggi e quelli del G8 di Genova di 10 anni fa, siano persone disperate o, come si diceva un tempo, compagni che sbagliano.

Sono andati lì con la sola intenzione di far scoppiare incidenti, di far fallire la manifestazione. Che siano pagati o meno, poco importa. Vanno isolati. Proprio nel senso che se loro intervengono, gli altri dsevono andarsene. Lasciamoli soli a scontrarsi con le forze dell'ordine...

E' chiaro, poi che il governo, questo governo, in stato comatoso abbia bisogno di episodi del genere per rafforzarsi, per cercare di aumentare il consenso, per definire violenti chiunque si opponga a questa politica neoliberista e liberticida. Sarò un facil eindovino, ma non ci vuole molta perspicacia per immaginare i titoli di certi giornali domani mattina...
Questi sono i colpi di coda del berlusconismo morente; questa è la democrazia autoritaria che da sempre sognano i berlusconidi...Queste sono le prove generali di ciò che ci aspetta: o credete davvero che la crisi la faranno pagare ai ricchi? Che qualcuno, Berlusconi o Bersani poco importa, faccia la patrimoniale? Prepariamoci...

Che ci piaccia o meno, la nonviolenza è l'unica via. L'unica strada da percorrere. Alternativa non esiste.
Siamo stufi di aver pazienza, insegneremo la nonviolenza...
Posta un commento