Pagine

lunedì 24 ottobre 2011

Carissimi-e



come sicuramente ricorderete, a maggio PaxChristi Italia è stata presente alla Convocazione Ecumenica Internazionale per la Pace svoltasi a Kingston-Jamaica, con due delegati: Maurizio Burcini e Gianni Novello. Accanto a loro, dall'Italia erano presenti Gianni Novelli, Luigi Sandri, la pastora Letizia Tomassone e Paolo Colombo delle ACLI. Il gruppo italiano ha lavorato in modo coordinato e molto efficace anche per tutto il lavoro previo di rete che è stato fatto negli anni passati. Inoltre, alla Convocazione erano presenti altre sezioni nazionali di PaxChristi e la stessa PaxChristi Internazionale che ha animato 4 seminari.


L'esperienza di Kingston è stata ricchissima e difficilmente sintetizzabile in poche righe. Vi invitiamo a leggere i vari contributi presenti sul sito www.chiese-e-pace.it e a consultare il libretto "Ecumenismo e pace" redatto dal Cipax.


Per una restituzione e per un rilancio dei contenuti di Kingston, il Gruppo di Lavoro Religioni e Conflitti di PaxChristi ha contribuito, in rete con varie altre Chiese e associazioni, alla preparazione di un Convegno/Laboratorio ecumenico nazionale che si terrà il 19 Novembre a MIlano. L'incontro è la naturale continuazione del grande convegno ecumenico sulla Pace svoltosi sempre a Milano il 2 giugno 2010, al quale hanno partecipato numerosi di voi. Ed è una tappa verso un altro momento di incontro più grande e di profilo internazionale che verrà preparato per la primavera del prossimo anno.


L'incontro vedrà la presenza dei delegati italiani a Kingston e di Flavio Lotti, coordinatore della Tavola della Pace. Molto spazione sarà dedicato ad un'assemblea aperta nella quale "progettare insieme". Il sogno di tutti è che anche in Italia possa nascere una Rete Ecumenica delle Chiese per la Pace, attiva sia a livello nazionale che locale.


Sollecitiamo quindi tutti gli aderenti e i Punti Pace a diffondere il più possibile i materiali che alleghiamo (volantino e comunicato stampa) e a partecipare numerosi a questo appuntamento importante! Nella convinzione che, come movimento radicato in tanti territori, potremo portare contributi significativi e originali a questo percorso di pace.


Shalom


Massimo Ferè - per il Gruppo di Lavoro Religioni e Conflitti di PaxChristi

Comunicato Stampa


SOLO LA PACE è GIUSTA!






Laboratorio


ecumenico sulle sfide della Convocazione Ecumenica Internazionale per la Pace

di Kingston – Milano 19 Novembre 2011, Ambrosianeum, Via delle Ore 3






La violenza può essere sconfitta? E’ davvero


possibile una prassi nonviolenta per risolvere i conflitti? Quali gli strumenti di cui dotarsi?






Si tratta di interrogativi che non possono non
provocarci, in particolare in questo tempo in cui la crisi economica e sociale globale mostra con chiarezza come tanti piani della nostra vita quotidiana siano profondamente attraversati dalla violenza: la finanza e l’economia, le
sfide poste dalle migrazioni, il rapporto con la natura, le relazioni tra stati … fino ad arrivare alla corsa agli armamenti e alle nuove guerre.






A Maggio di quest’anno, circa 1000 delegati -

espressioni delle Chiese riunite nel Consiglio Ecumenico delle Chiese (CEC-WCC) e membri di numerose associazioni della società civile internazionale - si sono riuniti a Kingston-Jamaica nella “Convocazione
Ecumenica Internazionale sulla Pace” per rispondere a quegli interrogativi, cercando di trovare le risposte nel cuore dell’annuncio evangelico: la pace è possibile, la riconciliazione è possibile, il perdono è possibile, la nonviolenza è possibile! Dall’Italia hanno partecipato 5 delegati e 2 giornalisti.






Da Kingston è stato dunque lanciato un appello a tutti i cristiani e a tutte le Chiese del mondo perché assumano finalmente la radicalità della chiamata ad essere costruttori pace e di giustizia, cioè di ‘PACE GIUSTA’!






Come raccogliere questo appello?


A livello internazionale, il CEC-WCC ha
stabilito che la prossima Assemblea Mondiale (Busan, Corea del Sud - 2013) sarà centrata ancora sui temi della pace. E in Italia? Negli ultimi anni si sono organizzate reti ecumeniche giovanili dal basso e momenti di riflessione
che hanno cercato di rilanciare l’impegno delle Chiese su giustizia-pace-salvaguardia del creato e il percorso di Kingston. Quello che sarebbe auspicabile per il futuro è un percorso

continuo e coordinato, sia locale che nazionale, intorno alle sfide della pace, capace di promuovere una comune ricerca biblica-teologica-ecclesiologica, una spiritualità della nonviolenza e una prassi ecumenica che proponga scelte, campagne di opinione, percorsi educativi, azioni concrete: un’agenda ecumenica della pace in sintesi!



Il laboratorio proposto a Milano il 19 Novembre vuole essere una prima occasione di incontro rivolta a rappresentanti di Associazioni e Chiese e a singoli cristiani per immaginare insieme, alla luce delle sfide di Kingston, quelli che potrebbero essere gli
orizzonti, il significato e le priorità di un percorso ecumenico di questo tipo.




Saremo capaci di “osare la pace per fede”?


Promuovono: Federazione Chiese Evangeliche in Italia, Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano, Centro Ecumenico Europeo per la
Pace – ACLI, PaxChristi, Segretariato Attività Ecumeniche, Cipax.
Riviste: Mosaico di Pace, Riforma, CEM Mondialità, Confronti


Per info:
www.fcei.it
www.chiese-e-pace.it
Posta un commento