Pagine

domenica 16 ottobre 2011

CRETINI E VIOLENTI: UNA MAIL SUGLI 'INCIDENTI' DI IERI A ROMA

lo so che non si dovrebbe andare a scocciare il lupo cattivo nella sua tana e so che di lupi cattivi ce ne sono...



ma che ci volete fare? sono una testarda, inguaribile e sconsiderata nonviolenta, quindi dico la mia: sono "quella" che, subito dopo la prima valorosa azione dei blek blok in via cavour contro 7 sparuti commessi di un negozio di alimentari (colpevoli di essere di lusso) e contro le loro stupide vetrine che si ostinavano a non rompersi, ha preso il microfono e li ha chiamati cretini
se qualcuno si è sentito offeso adesso sa con chi prendersela, basta chiedere, a bologna mi conoscono quasi tutti e su internet trovate il mio numero di telefono ed il mio indirizzo, sono donna, sono piccola, non mi alleno in arti marziali e non giro armata di armi convenzionali
al microfono, che mi è stato subito tolto di mano, ho detto cretini per essere gentile, per non farla lunga e per ridare valore a parole ormai desuete che sono però quelle che spesso rendono meglio la realtà


cretino è chi non sa quello che fa in realtà


molte persone oggi hanno detto apertamente ai blek blok cosa che pensavano di quel che stavano facendo, molte persone li hanno invitati a togliersi caschi e passamontagna perchè da coraggiosi qual si reputano dovrebbero aver meno paura di noi gente semplice ed ingenua a girare a viso scoperto anche perchè, se fermati, hanno tanti avvocati quanto berlusconi pronti a tirarli fuori;


la loro unica e noiosa risposta era: "siete dei fascisti!"


la loro unica e irosa reazione era spintonare le persone che la pensavano diversamente da loro


uno ha persino tentato di aggredire una ragazza che dal corteo filmava il loro passaggio sarò ignorante, ingenua e pure un tantino vecchietta (molti di loro ai tempi di genova 2001 avevano ancora il ciuccio) ma mi sembra che la definizione più condivisibile di fascista sia "colui il quale non tollera il diverso da sé ed attua modalità intimidatorie e repressive nei suoi confronti per eliminare il dissenso" quindi chi era oggi il fascista?
chi era oggi che non ci rappresentava oltre ai politici, alla bce ed ai padroni?


NOI SIAMO IL 99% vale anche per loro, non si fanno sconti a nessuno!
e questo semplice fatto il 99% lo ha capito se a genova il 99% è rimasto schiacciato tra loro e le cariche dei celerini oggi ha reagito ed ha parlato e domani li renderà innocui semplicemente circondandoli e blokandoli senza nessun bisogno di ricorrere alla violenza, senza scontrarsi con loro, semplicemente inghiottendoli o abbracciandoli, usate pure la metafora che preferite avete presente la metafora dei tanti pesci piccoli che uniti sono molto più grossi del pesce grande? se oggi eravamo anche solo 500.000 e loro 500 come ha detto casarini (e se lo ha detto lui possiamo credergli) eravamo 1 a 500 e che fa 1 circondato, stretto, soffocato, abbracciato, baciato, accarezzato, e anche pizzicato da 500?

li picchia? lancia la sua bomba carta? o si mette a frignare e regredisce allo stadio neonatale quando probabilmente ha subito i traumi che lo hanno portato ad essere quello che è/era oggi?
non datemi subito della pazza esaltata, lo so che per poter fare una cosa del genere bisogna averla prima immaginata e metabolizzata
ma dirlo non è il primo passo perchè questo accada?


lo so che bisogna avere del coraggio, molto e di quello vero
ma chi ha più coraggio dei tanti che ho visto oggi al corteo con i figli nel passeggino?
e, concedetemelo, sfido qualunque blek blok a tirare la sua bomba carta o la sua spranga ad un bimbo nel passeggino


siamo tutti e prima di tutto persone


RoX
da una mail di Rossana a semprecontrolaguerra@yahoogroups.com
Posta un commento