Pagine

venerdì 31 dicembre 2010

BOTTE DI FINE ANNO

Di solito, a fine anno si fanno gli auguri. Li farò anch'io ringraziando tutti coloro che si connettono per leggere questo blog e coloro che hanno inviato pezzi oginali (e rinnovo l'invito a scrivere...): auguri a tutti.

Il titolo del post non contiene nessun errore: stavo pensando ai poveri pastori sardi che l'altro giorno sono stati picchiati. Sono in buona compagnia: lo stesso trattamento è stato riservato agli studenti che protestavano contro la legge Gelmini o ai terremotati de L'Aquila. Berlusconi continua a credere che l'Italia sia una sorta di Paese di Bengodi e chiunque lo metta in dubbio finisce male.

Ma il paese reale è davvero messo male. Fino a quando potremo sopportare tutto questo? Buon anno, lo stesso...

PS: ho letto che hanno arrestato due anarchici (o sedicenti tali) per   l'attentato alla sede della Lega a Gemonio. "Anarchia non vuol dire bombe, ma giustizia nella libertà": e mettere due grossi petardi davanti a una sede leghista non fa altro che rinforzare la lega. Se la si vuole combattere, bisogna farlo con strumenti politici e culturali. Spaccare qualche vetrina, potrà soddisfare i nervi di qualcuno, ma non risolve proprio nulla...
Posta un commento