Pagine

mercoledì 1 dicembre 2010

NUOVO CALENDARIO EVENTI DEL MESE DI DICEMBRE ALLA LIBRERIA UBIK DI SAVONA




libreria UBIK Savona ste.milano@alice.it

01 dicembre 2010 17:29

Gio 16 dicembre Ore 18:

MASSIMO CIANCIMINO

Dom 12 dicembre Ore 17,30:

Lo scrittore

DIEGO

DE SILVA

Gio 2 dicembre Ore 18:

Lo scrittore e saggista

MAURIZIO

PALLANTE


Ven 17 dicembre Ore 18:

L’autore televisivo

LORENZO

BECCATI

Vi inviamo il ricchissimo calendario eventi del mese di DICEMBRE:
di grande rilevanza l’incontro con MASSIMO CIANCIMINO, che nell’ultimo libro racconta i principali misteri italiani nel passaggio dalla prima alla seconda Repubblica; diverse presentazioni con autori di romanzi: il fondatore del Movimento della Decrescita Felice MAURIZIO PALLANTE, l’emergente scrittore napoletano DIEGO DE SILVA, l’autore televisivo di Striscia La Notizia LORENZO BECCATI, lo scrittore (mago di Az a Striscia) DONALD VERGARI.

E poi i libri dell’ex giornalista della Rai3 FULVIO GRIMALDI, JOE SANTANGELO, BRUNO MARENGO, PIER PAOLO CERVONE, ecc.

Incontri per bambini e ragazzi, con GIORGIO SCARAMUZZINO e la compagnia Niente di Nuovo...  e musica a Santa Lucia con il grande suonatore di cornamusa FABIO RINAUDO.

Anche quest’anno prosegue la collaborazione con il Museo Luzzati di Genova, con la mostra sulle opere di NICOLETTA COSTA e LELE LUZZATI.

Per questo mese si ringraziano il Comune di Savona, il Museo Luzzati di Genova, la Croce Bianca, l’Istituto Storico della Resistenza, l’associazione don Peppino Diana-Libera, l’associazione musicale “Corelli musica”, la compagnia teatrale “Niente di nuovo”.



Buona partecipazione…
-dal 1 dicembre al 31 gennaio:

Esposizione mostra

GIULIO CONIGLIO e le altre storie”

Esposizione opere di

NICOLETTA COSTA e EMANUELE LUZZATI

A cura del Museo Luzzati di Genova.
L’esposizione del Museo Luzzati di Genova, che resterà aperta al pubblico fino a fine gennaio, presenta più di 30 opere originali che hanno come protagonista Giulio Coniglio, la più importante creazione di Nicoletta Costa, oltre che nuove serigrafie, litografie e teatrini del grande artista e scenografo Lele Luzzati.

Nicoletta Costa è tra le più grandi interpreti del pianeta infanzia perché ha saputo conservare l’infanzia dentro di sé e vedere il mondo con gli occhi di un bambino. Quel mondo che dal 1980 continua a raccontare con parole e immagini in decine e decine di storie che ci fanno scoprire come pensano, come agiscono e come si comportano i bambini. I suoi personaggi sono  protagonisti di tante micro situazioni narrative che stimolano nei bambini la fiducia in sé stessi e nella vita.

-mercoledì 1 dicembre  ore 18:

Incontro con lo scrittore

DONALD VERGARI

e presentazione del libro

“Il ragioniere della mafia”

Introduce l’attore MARIO MESIANO.

Opera prima di Vergari, conosciuto al grande pubblico per essere il Mago di Az nel centro antitarocco di Striscia la Notizia.

Un rincorrersi di riferimenti a fatti reali, sapientemente mescolati in una narrazione che viaggia sul filo sottile che separa il vero dal verosimile. Il ritmo incalzante e scandito della narrazione catapulta il lettore nella vertiginosa scalata personale e sociale del ragioniere scelto dalla mafia, costretto a reinventare la propria vita giorno dopo giorno. Un libro che irride gli stereotipi della cultura mafiosa degli anni ‘90.

Al termine degli anni '90 un trentenne ragioniere milanese, riceve “una proposta che non può rifiutare“. Scelto, per la sua abilità con i numeri, diviene il ragioniere della Mafia, anzi delle Mafie. Ben presto si trova a gestire i profitti su scala mondiale di questa particolare holding formata dalle maggiori organizzazioni criminali italiane…

 -giovedì 2 dicembre  ore 18:

Incontro con lo scrittore

MAURIZIO PALLANTE

e presentazione del libro

“I trent’anni che sconvolsero il mondo”

Introduce RENATA BARBERIS.

In questo suo primo romanzo Pallante non risparmia nessuno, tanto meno i politici, spesso cattolici, sempre più ridotti a servi ottusi e corrotti del pensiero unico di industria e finanza. Rappresentanti rozzi e sbrigativi di una destra ed una sinistra che sono state complici nel creare un immondezzaio di false promesse che hanno rubato all’uomo la libertà guadagnata nei secoli precedenti, tradendone la felicità, in più avvelenando la terra, l’acqua, l’aria.

E rubando il futuro, per creare un sistema irresponsabile fondato sulla produzione suicida e sui sempre crescenti consumi e rifiuti, in cambio di profitto a qualsiasi costo. Una dittatura dell’economia sorretta dal potere di partiti che, con il teatrino delle elezioni, hanno illuso ed illudono il pubblico pagante con la farsa della democrazia.

Uno scritto spietato e dal forte contenuto ideologico, ma non per questo privo di una sottile e tagliente ironia. Un punto di vista che capovolge la valutazione delle grandi trasformazioni avvenute nei trent’anni che gli economisti hanno definito 'gloriosi' e che presenta il mondo alla rovescia, dissacrando le convinzioni più sacre.

-Maurizio Pallante (Roma, 1947) è il fondatore e l’ispiratore in Italia del Movimento della Decrescita felice (ispirato a Serge Latouche), consulente per il Ministero dell'Ambiente riguardo l'efficienza energetica. Svolge attività di ricerca e di pubblicazione saggistica nel campo del risparmio energetico e delle tecnologie ambientali.

 -venerdì 3 dicembre  Ore 18:

Visione del documentario

“Il Ritorno del condor”

Incontro con l’autore e giornalista ex Tg3

FULVIO GRIMALDI

Il ritorno del Condor. Il racconto del colpo di Stato effettuato in Honduras contro il presidente progressista Manuel Zelaya dai militari agli ordini dell’oligarchia honduregna e degli Stati Uniti. L’inizio di un’operazione Condor 2, con la quale Washington si propone di rinnovare i nefasti dell’operazione Condor degli anni ’70 che installò Pinochet in Cile e altre sanguinarie dittature in America Latina. Una controffensiva statunitense, con nuove basi militari in Colombia e manovre di destabilizzazione in tutto il Cono Sud, per strappare ai governi e movimenti progressisti e rivoluzionari quello che Washington considera il suo “cortile di casa”. L’irriducibile resistenza del popolo honduregno e dei popoli latinoamericani.

 sabato 4 dicembre, mercoledì 15 dicembre  ore 18:

“Il romanzo familiare:

nuovi valori e intime inquietudini”

Ciclo di 4 conferenze “Le età dell’uomo” a cura di

SILVANO POSILLIPO

direttore Centro Psicoanalisi Applicata Genova.

Se è esistito il tempo in cui la morale era padrona della valutazione dei soggetti, nell'obbedienza ai principi etici e religiosi, il XXI secolo ci appare piuttosto segnato dalla supremazia di valori (economici e produttivistici) un tempo considerati inferiori, se non disprezzabili.

Da qui le perplessità moderne del farsi una famiglia, di saper o poter garantire un futuro alle persone amate e di potere garantire a se stessi quanto meno una storia da trasmettere, un  sapere che sia in sintonia con le rapide trasformazioni etiche e scientifiche. L'Uomo e la Donna in crisi, consumatori di rimedi posticci, vanno interrogati dal lato dell'inconscio: nel punto in cui Freud già aveva ipotizzato la crisi della Civiltà.                                  

-lunedì 6 dicembre  ore 17,30  SALA ROSSA DEL COMUNE:

Incontro con lo scrittore

PIER PAOLO CERVONE

e presentazione del libro

“La grande guerra sul fronte occidentale”

A cura dell’Istituto Storico della Resistenza.

Introducono PIER FRANCO QUAGLIENI, Docente di Storia contemporanea all’Università di Torino, e UMBERTO SCARDAONI, Presidente dell’ISREC.

Un viaggio tra i campi di battaglia sul fronte occidentale della grande guerra (1915-1918) attraverso le testimonianze di generali, ufficiali e soldati che hanno partecipato ai combattimenti. Dalla Marna a Verdun, dalle colline della Somme all'altopiano dello Chemin des Dames. Qui si sono scontrati, in un lungo e tragico conflitto, gli eserciti di Germania da una parte, Francia, Gran Bretagna e infine Stati Uniti dall'altra. Il debutto dei carri armati e il tardivo massiccio impiego dell'aviazione. Lo scontro tra il generale Pershing e i comandanti alleati. I profili dei generali che per quattro anni si ostinarono inutilmente a cercare una soluzione alla logorante guerra di trincea.

Oggi la memoria è affidata a musei, cimiteri e monumenti per onorare chi ha perso la vita in quella che è stata un'autentica carneficina.

 INCONTRO PER BAMBINI E RAGAZZI DAI 6 ANNI IN SÙ…



-martedì 7 dicembre  ore 18:

Incontro con lo scrittore

GIORGIO SCARAMUZZINO

e presentazione del libro

“La (s)fortuna di Ganda”

La vera storia del rinoceronte di Dürer
Da un fatto vero: il re del Portogallo nel 1516 mandò in dono al papa un rinoceronte, chiamato Ganda. Durante il viaggio però, sorpresa da un forte nubifragio, la nave affondò e con essa anche lo sfortunato rinoceronte che, legato con catene, non riuscì a salvarsi e annegò. Venne trovato, piaggiato sulle coste liguri, creando stupore e meraviglia. Ma un fatto altrettanto curioso regalò al rinoceronte una fortuna della quale, però, non potè mai godere.

Dal Portogallo, nel frattempo, era giunto uno schizzo dell'animale a Dürer, famoso pittore e incisore tedesco, che ne fece una xilografia conosciuta in tutto il mondo, tanto da rimanere l'unica rappresentazione iconografica del pachiderma indiano, sino alla fine dell'Ottocento.

Giorgio Scaramuzzino, attore, autore teatrale, scrittore di libri per l’infanzia, ha riscritto questa storia vera con il prezioso contributo di Gek Tessaro uno dei più importanti illustratori italiani premio Andersen 2010.

-mercoledì 8 dicembre  Ore 18:

Dalla nascita all’età adulta:

come si struttura la soggettività.

Ultimo del ciclo di 3 conferenze a cura della psicologa

Patrizia Pezzolo.

E’ risaputo che la famiglia di origine, l’educazione ricevuta e le condizioni materiali e culturali di partenza sono tutti fattori condizionanti la vita futura di una persona. Affermarlo é quasi una banalità. Tuttavia non è affatto banale comprendere come alcuni di questi fattori operino nello strutturare la soggettività individuale e la personalità soprattutto durante l’età evolutiva e perché per alcune persone tali influenze siano più condizionanti e per altre molto meno.

Perché una persona sviluppa alcune propensioni piuttosto che altre? Come mai per alcuni soggetti, la gestione della vita, ad un certo punto diventa problematica, e per altri no? La prevenzione è possibile? I problemi dei figli sono sempre imputabili ai genitori?  E se così non è, perché troppo spesso è passato questo messaggio?

 INCONTRO PER BAMBINI E RAGAZZI DAI 3 ANNI IN SÙ…

-sabato 11 dicembre  DOPPIO APPUNTAMENTO  ore 16:

Spettacolo teatrale

“OZ… UN MAGO E IL SUO MONDO”

Commedia buffa in atto unico. Soggetto Basato sul libro

"Il Meraviglioso Mago di Oz", di Frank L. Baum.

Testo DARIO TARDITI.

Magica reinterpretazione della famosissima fiaba di Baum. Lungo la via per tornare a casa, a Dorothy si uniscono dei compagni di viaggio: lo Spaventapasseri (che decide di chiedere un cervello al Mago di Oz), l’Omino di Latta (che desidera un cuore) e il Leone Codardo (che sogna di avere maggior coraggio).

Dopo aver vissuto molte peripezie, affrontato streghe cattive, e aver coronato i desideri dei suoi amici, Dorothy potrà finalmente tornare a casa. Non prima, però, di aver scoperto che i propri sogni non possono essere semplicemente esauditi da una bacchetta magica...

Una favola “di una volta”, con personaggi strampalati, fate buone e streghe cattive, che affascina con i costumi fiabeschi e le situazioni esilaranti.

Originale la reinterpretazione dei personaggi, come quella di Malvagio che, citando i tempi odierni, è un povero disoccupato, a causa della crisi economica, costretto addirittura a cambiare nome pur di trovare un lavoro come servo della strega cattiva…


Per informazioni:

http://www.natidaunsogno.it/index.php?option=com_content&view=article&id=157&Itemid=112


-sabato 11 dicembre  DOPPIO APPUNTAMENTO  ore 18:

Presentazione del libro

“SHOOT ME!”

Le verità dell’omicidio Lennon

Incontro con l’autore

JOE SANTANGELO

Nei giorni del trentesimo anniversario dalla morte di John Lennon.

Introduce l’Assessore alla Cultura FERDINANDO MOLTENI.

perché John Lennon e Mark David Chapman si sono incontrati l'8 dicembre 1980 davanti alla Entrance Hall del Dakota Building, come se avessero concordato un appuntamento? Quali emozioni, pensieri, motivazioni li hanno condotti all’epilogo a tutti noto? In questo thriller documentale il campo di osservazione è duplice. C’è quello dell’assassino e quello della vittima. Separati nello spazio solo dal tempo, fino al momento del contatto, mediato da un’arma da fuoco.

Da un lato John Lennon, l'uomo e l'artista che dopo un lustro di silenzio mediatico si apprestava a tornare sul palcoscenico, pronto a ricominciare da capo alle proprie regole; i suoi ultimi giorni, le ultime interviste qui riportate pressoché integralmente, le sue idee.

Dall'altro lato dello specchio Mark David Chapman e il Piccolo Popolo di cui immaginava di essere unico re e sovrano; il sogno di uscire dall'anonimato e di diventare "qualcuno"; il rapporto con la Bibbia e le Sacre Scritture; la fascinazione per il giovane Holden; la sua idolatria fanatica per John Lennon e il contesto sociale e culturale in cui si è formato.

 -domenica 12 dicembre  ore 17,30:

Incontro con lo scrittore

DIEGO DE SILVA

e presentazione del libro

“Mia suocera beve”

Introduce l’incontro RENATA BARBERIS.
nuovo romanzo del grande scrittore napoletano De Silva.

Vincenzo Malinconico è un avvocato semi disoccupato, semi divorziato, semi felice. Ma soprattutto è un grandioso filosofo autodidatta, uno che mentre vive pensa, si distrae, insegue un'idea da niente facendola lievitare.

Al centro del romanzo questa volta c'è un sequestro di persona ripreso in diretta dalle telecamere di un supermercato. Ad averlo studiato ed eseguito è il mite ingegnere informatico che ha progettato il sistema di videosorveglianza. Il sequestrato è un boss della camorra che l'ingegnere considera responsabile della morte accidentale del suo unico figlio. Il piano è d'impressionante efficacia: all'arrivo della televisione, l'ingegnere intende raccontare il suo dramma e processare in diretta il boss.

Malinconico, con la sua proverbiale irresolutezza, il suo naturale senso del ridicolo, la sua insopprimibile tendenza a rimuginare, uscire fuori tema, trovare il comico nel tragico, riuscirà a sabotare il piano dell'ingegnere e forse anche quel gran pasticcio che è la sua vita.

-Diego De Silva (Napoli, 1964) ha pubblicato per Einaudi diversi romanzi, tra cui “Certi bambini” e “Non avevo capito niente”. Ha ottenuto diversi premi, ed è stato finalista dei premi Campiello e Strega. Scrive anche per il cinema, la tv e il teatro e collabora al quotidiano Il Mattino. I suoi libri sono tradotti in Inghilterra, Francia, Spagna, Germania, Olanda, Portogallo e Grecia.

PER LA FESTA DI SANTA LUCIA…


-lunedì 13 dicembre  ore 17,30:

“Racconti di cornamuse…”

Incontro di parole e musica con

FABIO RINAUDO

Partecipano DAVIDE BAGLIETTO cornamuse,

ALEX RASO bouzouki.
“La cornamusa è il suo strumento elettivo…” Così la famosa rivista “World Music” scrive parlando di FABIO RINAUDO.

Da più di venti anni Rinaudo è attento studioso ed interprete della Uilleann Pipes, la cornamusa irlandese. Nella sua carriera ha tenuto più di un migliaio di concerti in tutta Italia ed all'estero, (Germania, Svizzera, Spagna, Francia, Inghilterra, Scozia, Austria, Belgio, Olanda e Irlanda).

Membro e fondatore dei "Birkin Tree", Rinaudo ha all'attivo più di quaranta lavori discografici e numerose incisioni radiofoniche, tra le quali ricordiamo quelle per la RTE irlandese, BBC inglese e scozzese, la WDR tedesca, la Radio Televisione Svizzera, la RAI,  la Radio Televisione Belga e Tele Segovia (Spagna).

Ha collaborato anche in trasmissioni televisive sulle reti Rai e Mediaset con cantautori quali Branduardi, Cocciante e Conte.


-martedì 14 dicembre  ore 17,30  SALA ROSSA DEL COMUNE:

Incontro con lo scrittore

BRUNO MARENGO

e presentazione del libro

“Il tempo non ritorna”

Interverranno SERGIO GIULIANI e SILVIA CAMPESE
In questo romanzo storico e sentimentale, Marengo (Presidente dell'ANPI di Savona, ex Sindaco di Savona e Spotorno) racconta la storia di un uomo e una donna che nella Torino di oggi ritrovano i luoghi della loro giovinezza. La Resistenza, la guerra, la formazione politica del protagonista e i suoi sentimenti sono al centro di un racconto che trova nella forza morale il suo compimento. Le parole del romanzo sono il frutto di una vita di impegno, civile e politico, e della capacità di rileggere le pagine più tragiche della storia del nostro Paese.

In un'Italia che precipita in avanti, superata l'ora dell'impazienza, l'uomo e la donna senza età sono alla ricerca di un posto tranquillo…


-giovedì 16 dicembre  ore 18

SALA DELLA SIBILLA AL PRIAMAR:

Incontro con

MASSIMO CIANCIMINO

e presentazione del libro

"Don Vito.

Le relazioni segrete tra Stato e mafia

nel racconto di un testimone d'eccezione”

Partecipa all’incontro il giornalista e coautore del libro FRANCESCO LA LICATA.

Introduce l’incontro il giornalista MARCELLO ZINOLA.

In collaborazione con l’associazione “don Peppino Diana” – “Libera” e il Comune di Savona.
 Questo libro è un viaggio senza ritorno nei gironi infernali della storia italiana più recente. Racconta infatti quarant’anni di relazioni segrete, occulte e inconfessabili, tra politica e criminalità mafiosa, tra Stato e Cosa nostra.

Perno della narrazione è la vicenda di Vito Ciancimino, uno dei protagonisti assoluti della vita pubblica siciliana e nazionale del secondo dopoguerra, personaggio discutibile e discusso, amico personale di Provenzano, già potentissimo assessore ai Lavori pubblici di Palermo, per una breve stagione sindaco della città, per decenni snodo cruciale di tutte le trame nascoste a cavallo tra mafia, istituzioni, affari e servizi segreti.

A squarciare il velo sui misteri di “don Vito” è oggi un testimone d’eccezione: Massimo, il penultimo dei suoi cinque figli, quello che per anni gli è stato più vicino e lo ha accompagnato attraverso innumerevoli traversie e situazioni pericolose. Il suo racconto – che il libro riporta per la prima volta in presa diretta, senza mediazioni, arricchito dalla riproduzione di documenti originali e fotografie – riscrive pagine fondamentali della nostra storia: il “sacco di Palermo”, la nascita di Milano2, Calvi e lo Ior, Salvo Lima e la corrente andreottiana in Sicilia, le stragi del ’92, la “Trattativa” tra pezzi dello Stato e Cosa nostra, la cattura di Totò Riina, le protezioni godute da Provenzano, la fondazione di Forza Italia e il ruolo di Marcello Dell’Utri, la perenne e inquietante presenza dei servizi segreti in ogni passaggio importante della storia del nostro paese.

Attualmente la testimonianza di Massimo Ciancimino è vagliata con la massima attenzione da cinque Procure italiane e non è possibile anticipare sentenze. Non c’è dubbio però che i fatti e i misfatti qui raccontati arrivino dritti al “cuore marcio” del nostro Stato, accompagnandoci in una vera e propria epopea politico-criminale che per troppo tempo le ipocrisie e le compromissioni hanno mantenuto nascosta.

Per informazioni:

http://www.lafeltrinelli.it/products/9788807171925/Don_Vito/Francesco_La_Licata.html

-venerdì 17 dicembre  ore 18:

Incontro con lo scrittore

LORENZO BECCATI

e presentazione del libro

“74 nani russi”

San Pietroburgo, 1710

Partecipa all’incontro il giornalista MARIO MOLINARI.

Introduce RENATA BARBERIS.

 Russia, anno del Signore 1710. Vicino alla nuova città di San Pietroburgo, in una fossa, giacciono i cadaveri di 74 nani trucidati. Non è la fine, ma solo l'inizio. In un libro fuori dagli schemi, che passa dal romanzo classico al thriller fino alla poesia in prosa, si muovono diversi curiosi personaggi, come Pietro il Grande, sua sorella Natal'ja, Jakim il buffone, l'intera corte di boiari e 74 nani russi. Una storia insolita per lettori non conformisti.

 -Lorenzo Beccati (Genova, 1955) è un autore televisivo e scrittore italiano.

È stato tra gli autori dei programmi Mediaset Drive In, Lupo solitario, Odiens, Paperissima, Paperissima sprint, Estatissima, ed infine Striscia la notizia, dove collabora ulteriormente, ricoprendo anche l'importante funzione di voce del Gabibbo.

È anche scrittore e autore di molti libri e saggi, tra i quali La notte dei commercialisti viventi, Il santo che annusava i treni, Il guaritore di maiali, Il mistero degli incurabili.
 
Nei pomeriggi dal 4 al 24 dicembre  Ore 15,30-19,00:
I volontari della CROCE BIANCA alla libreria UBIK

La Croce Bianca di Savona, nell'occuparsi del confezionamento pacchi regalo della libreria, svolgerà un'opera di sensibilizzazione della propria attività e di raccolta fondi a sostegno dell’ente.

-La CROCE BIANCA savonese è una storica associazione O.N.L.U.S. di volontariato e di pubblica assistenza che opera da ben 110 anni sul territorio del Comune di Savona 24 ore su 24, e vuole sensibilizzare soprattutto i giovani ad aderire a tale forma di volontariato di sostegno alla collettività.

DONA IL 5 PER MILLE ALLA CROCE BIANCA!!!

Per informazioni: www.crocebiancasavona.it


Libreria    

Corso Italia, 116r Savona  

019/8386659   ste.milano@alice.it
Posta un commento