Pagine

sabato 9 luglio 2011

"Per non dimenticare" è un progetto che si propone di sviluppare iniziative, documentazione e dibattito sul recupero della memoria storica e sulla tutela dei diritti sociali e civili sanciti dalla Carta Costituzionale Democratica e dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, che ci sono state donate dai nostri Padri Costituenti, in seguito alla Resistenza Partigiana Antifascista.
Gli incontri culturali del Progetto "PER NON DIMENTICARE" sono itineranti e si svolgono nelle scuole e nelle sedi ANPI e ARCI, negli ambiti istituzionali, con la partecipazione di testimoni diretti e indiretti della Deportazione, della Resistenza e della Liberazione.
Risulta importante sottolineare l'ingente lavoro di rete e di relazione che viene svolto con tutte le realtà istituzionali che si occupano di Pace, dialogo interculturale e nonviolenza e con le varie Amministrazioni Comunali.
L'Istituto Comprensivo via Prati di Desio, ha organizzato questi eventi culturali, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Nova Milanese, con il Patrocinio del Comune di Cesate e di Cormano, Varedo e Bresso, Cinisello Balsamo, Sinalunga (Siena), e coinvolgendo importanti realtà dell'associazionismo civile e culturale.
L'iniziativa "Per Non Dimenticare" è sostenuta da personaggi del mondo della cultura, dello spettacolo e della politica, da Moni Ovadia ad Antonio Pizzinato, da Bebo Storti a Loris Maconi, da Renato Sarti a Roberto Zaccaria, da Giuseppe Valota a Dario Venegoni, da Raimondo Ricci a Sergio Fogagnolo a Don Gallo e molti altri, con cui abbiamo realizzato un video per la Campagna di tesseramento ANPI.
Gli incontri a tema sono volti ad approfondire il Progetto Memoria Storica a Nova Milanese, dal titolo "Per non dimenticare". Il progetto è stato intrapreso, a partire dagli anni '70, dall'Amministrazione Comunale e dalla Biblioteca Civica Popolare, con la raccolta di videotestimonianze, interviste, biografie e documentazioni inerenti la memoria dei campi di concentramento e di sterminio nazifascisti.
Tutto questo enorme materiale documentalistico e audiovisivo, inerente le deportazioni di civili per motivazioni politiche, è racchiuso nel sito www.lageredeportazione.org.
Nel 2000 la Biblioteca Civica Popolare di Nova Milanese, in collaborazione con l'Archivio Storico della città di Bolzano, hanno realizzato con la RAI e RAI EDUCATIONAL, la trasmissione dal titolo Testimonianze dai Lager, inerente la deportazione politica e razziale, condotta da importanti personaggi, tra cui Gino Strada, Roberto Vecchioni, Moni Ovadia, Massimo Cacciari, Tina Anselmi, Alex Zanotelli e molti altri.
Questa trasmissione, contenuta nel sito www.testimonianzedailager.rai.it è stata realizzata sotto la Presidenza RAI di Roberto Zaccaria, tuttora sostenitore del progetto.
Anche l'Archivio Storico dell'ANED della Città di Sesto San Giovanni e Monza, sotto la presidenza del ricercatore Giuseppe Valota, raccoglie informazioni storiche sugli oltre 44.000 deportati civili, per motivazioni politiche, provenienti da tutta Italia.
La presentazione di Moni Ovadia del libro "Memorie e Olocausto" di Laura Tussi, ha dato inizio al ciclo di iniziative. I relatori degli incontri sono personaggi di notevole spessore e impegno civile e sociale.
Gli eventi del ciclo "Per non dimenticare" vogliono proporre all'attenzione del pubblico alcune importanti riflessioni sull'attualità dei valori sociali e dei diritti civili e umani, di cui occorre continuamente fare memoria.
Una finestra sul futuro è stata aperta dal dibattito su "Resistenza e nonviolenza" con Alfonso Navarra, della Campaga OSM-DPN, ed Enrico Peyretti del MIR-MN.Questa iniziativa ha inteso amplificare l'eco dell'appello rivolto dal partigiano Stephane Hessel nel suo libro "Indignatevi", che sta riscuotendo enorme successo tra le giovani generazioni di tutta Europa: "La nonvioleza è la strada che dobbiamo imparare a percorrere".
I promotori del progetto reputano necessario ripercorrere l'analisi del passato storico, per evitare di compiere gli errori della storia, a livello di violazione della dignità delle donne e degli uomini e dei diritti imprescindibili della persona, sanciti dalla Carta Costituzionale Democratica e dalla Dichiarazione Universale dei diritti umani.
Ritengono necessario sia tutelata la persona nella Sua integrità e dignità e la società nella sua complessità, sotto varie forme e aspetti, contro l'intolleranza per le differenze, contro l'oppressione delle minoranze, nella considerazione del dialogo tra le parti, le categorie e tipologie umane, nel rispetto dell'ambiente circostante e dell'ecosistema, contro tutte le ecomafie e contro la criminalità organizzata, per un futuro a misura di persona, in un contesto ecosostenibile, nonviolento ed equosolidale, basato sui valori della pace e della valorizzazione delle differenze di ogni genere e tipologia umana, nella libertà di espressione, di culto e di pensiero, contro ogni omertà che ingenera il crimine.
Gli ideali della Resistenza europea sono ancora validi e vanno attuati!
In questo link sono visibili i video del ciclo di eventi "Per Non Dimenticare" http://www.youtube.com/lauratussi
--
Hai ricevuto questo messaggio in quanto sei iscritto al gruppo Gruppo "sempre contro la guerra".
Per mandare un messaggio a questo gruppo, invia una email a semprecontrolaguerra@googlegroups.com
Posta un commento