Pagine

venerdì 29 luglio 2011

NUOVE MALEFATTE DELLA LEGA NORD

Lo so, la lista rischia di diventare lunga, molto lunga. Non solo hanno votato l'ennesima legge ad personam (quella sul processo lungo: la difesa può chiedere che vengano presentati come testimoni una quantità di persone così lunga che si rischia -?- che il processo salti: come scrive Famiglia Cristiana, la mafia ringrazia...);
hanno sospeso Mario Borghezio per tre mesi dalla lega, dopo le sue affermazioni sullo stragista norvegese: il Borghezio, stupito della indignazione che ha suscitato, ha dettp . Mi si perdoni la citazione ligustica: Belin, che bello esempio!
siamo a un passo dal baratro pardon, dal default, e loro cosa propongono (oltre la già citata legge ad personam)? L'apertura di sedi di ministeri al nord!!!Complimenti, un'idea geniale! Utile soprattutto per i disoccupati, i sotto occupati, gli sfiduciati, i pensionati, i cassa integrati ecc ecc;
non contenti di ciò, il buon Maroni (si fa per dire) si è studiato l'esame di italiano per stranieri richiedenti il permesso di soggiorno. Questi, dopo u due anni dovranno dimostrare di conoscere la nostra lingua, la storia e l'educazione civica -perchè non fanno l'esame anche al suddetto Borghezio?- come funziona il sistema scolastico e quello sanitario. Non vedo l'ora che qualche straniero me lo spieghi, come funzionano gli ultimi due sistemi...Ma lo sanno che la percentuale di laureati è maggiore tra le persone in mobilità che tra gli stanziali?
Tanto per citare una vecchia battuta: prima eravamo sull'orlo del baratro, con la lega abbiamo fatto non uno ma molti passi in avanti...

PS: ma lo sanno i leghisti (e il loro amico -o ex amcio?- Tremonti) che lo scorso anno c'è stata una percentuale infima di contribuenti (mi sembra lo 0,7%, ma potrei sbagliarmi) che hanno dichiarato un reddito superiore a 100.000 euro. Fate un giro in un porto qualunque e guardate cosa vi è è ormeggiato: i proprietari sono tutti alieni? Per fare un esempio: il porto di Imperia, zona veramente bella dove mi piace passeggiare, ogni tanto, era affollato, fino a poco tempo fa, di pescherecci (belli, brutti, nuovi vecchi, grandi e piccoli: ce ne era per tutti i gusti). Ci sono tornato con i bambini in gita scolastica. Devo essermi perso qualcosa, dall'ultima volta: i pescherecci esiliati in un angoletto; tre o quattro yacht padroneggiavano. Due di questi erano vere e proprie navi alte quanto un palazzo di cinque piani...
Posta un commento