Pagine

domenica 10 gennaio 2010

Cari amici,

in qualità di insegnante impegnato in attività di sostegno, di operatore interculturale nonviolento e per l'incontro inter religioso, di educatore e di genitore,

propongo di lanciare di lanciare una campagna di disobbedienza civile contro i provvedimenti razzisti emanati dal Ministro dell'Istruzione.

Mettere un limite al numero degli alunni stranieri nelle classi cosa significa? Si vuole forse attuare una sorta di respingimento scolastico?

Lavoriamo per una società aperta, giusta, solidale e interculturale.

Boicottiamo le misure razziste della lega e dei suoi amici!

Giuliano Falco

In un prossimo post, raccoglierò le reazioni (positive al 99.9% alla mia proposta di campagna di obiezione di coscienza)...

Posta un commento