Pagine

giovedì 24 settembre 2009

COMUNICATO per la STAMPA

"Appare vitale indossare i sandali della conoscenza umile e disarmata per andare a scuola dall'altro fino al crescere della sapienza altrui e ad arricchire il proprio patrimonio con la ricchezza, la profondità e la saggezza che risiede della tradizione e nella fede degli altri" (Tonio Dell'Olio - Pace)

Escono a settembre/ottobre quattro nuovi numeri della collana "Parole delle fedi", voci per un vocabolario interreligioso: "Identità" di Giacomo Coccolini, "Pace" di Tonino dall'Olio, "Poveri" di Gustavo Gutiérrez e "Sacro" di Laura Tussi.

Pace e Identità

La Collana Parole delle Fedi, analizza il linguaggio di uso comune alla luce delle varie confessioni religiose, senza alcuna pretesa di tracciare un catalogo esaustivo dei punti di vista di tutte le fedi ma offrendo il proprio con libertà, accoglienza e apertura dialogica, fino a rivisitarlo in un'ottica interreligiosa.

Tonino Dell'Olio con "Pace" fa una breve riflessione che analizza il ruolo della pace nelle scritture sacre senza nascondere le contraddizioni del sentimento religioso. A dispetto dei luoghi comuni per cui la religione in sé sarebbe causa scatenante dei conflitti, la Pace, nelle scritture non viene mai relegata a questione morale. È una norma da obbedire, un comando da osservare. Pur variamente intesa sta al cuore delle fedi e in alcuni casi ne costituisce il sapore, il senso, il fine, e la profondità.

Esiste tuttavia una diversa valutazione tra la sfera privata e quella collettiva da cui nessuna confessione è indenne e poco vale assolvere Dio quando il dramma delle guerre con il suo carico di morte, distruzioni e sofferenze resta tragicamente la realtà con la quale fare i conti.

Tonino Dell'Olio è sacerdote della Diocesi di Trani-Barletta-Bisceglie, consigliere nazionale di PaxChristi e membro dell'ufficio di presidenza di Libera. Ha contribuito alla creazione di Medlink, rete di associazioni italiane impegnate sul fronte dei diritti nel bacino del Mediterraneo. Fa parte della redazione di Mosaico di Pace e ha pubblicato diversi editoriali per "Liberazione".

In "Identità" Giacomo Coccolini traccia il percorso di un concetto chiave attraverso cui nel corso dei secoli l'Occidente si è autorappresentato ma che oggi viene sottoposto a forti critiche e assalti.

Se ne occupano da sempre la filosofia, le scienze sociali, la religione e la teologia, in questo breve saggio l'autore contestualizza le discipline in una situazione sempre più complessa e dai contorni a volte sfuggenti, dove anche l'elemento religioso gioca una parte di non poco conto.

Giacomo Coccolini insegna filosofia della religione presso L'ISSR di Bologna, ha scritto "Johann Baptist Metz" (Morcelliana 2007); Ospitalità di diritto (Bonomo Editrice 2008), "Interculturalità come sfida (Pardes Edizioni).

Poveri e Sacro

Gustavo Gutiérrez aggiunge un nuovo tassello al mosaico delle parole delle fedi, il termine "Poveri" è analizzato a partire da uno dei versetti più controversi dei Vangeli: Marco 25,31 -46, uno dei più importanti quando si parla del significato teologico della solidarietà verso gli ultimi, elemento chiave nella prospettiva dell'opzione preferenziale per il povero. Nella seconda parte del libro un contributo di Marco dal Corso ne spiega il significato nell'ottica della mondialità: in rapporto alla storia, alla globalizzazione, all'etica e alle religioni.

Gustavo Gutiérrez, sacerdote e teologo peruviano è considerato il fondatore della Teologia della Liberazione. Docente all'Università di Notre Dame (Indiana) non ha mai abbandonato l'attività con le comunità di base a partire dalle quali ha elaborato la sua visione teologica e spirituale.

Per ultimo esce "Sacro" di Laura Tussi dove l'autrice analizza dal punto di vista storico, teologico e sociologico, il rapporto tra realtà e mito, la sacralità della natura, la persistenza del sacro e la percezione da parte dell'uomo.

Laura Tussi è nata a Milano. Docente, ricercatrice nonché giornalista ha conseguito di recente la sua quinta laurea in Formazione degli Adulti, consulenza pedagogica e ricerca educativa. Collabora con peace link e altri siti web di analoga natura. Tra le sue opere più recenti ricordiamo Memorie e olocausto (Aracne 2009), Il disagio insegnante nella scuola italiana contemporanea" (Aracne 2009)

11:57:19 GMT+02:00

Per informazioni e contatti: Monica Martinelli stampa@emi.it cell. 331 3996944

Monica Martinelli

(ufficio stampa EMI)

-------------------------

Editrice Missionaria Italiana

cell. 331 3996944

Tel. 051 326027- fax 051 327552

www.emi.it - stampa@emi.it

Via di Corticella, 179/4

40128 Bologna

skype: monica-jury

Posta un commento