Pagine

lunedì 29 agosto 2011

A PROPOSITO DELLA LETTERA DEL MOVIMENTO NONVIOLENTO ALLA CGIL SULLO SCIOPERO CONTRO LA MANOVRA

Ovviamente condivido lo spirito del documento del Movimento Nonviolento (pubblicato nel precedente post). Solo che, come avevo già scritto al Movimento stesso e alla CGIL, sono perplesso sullo sciopero. Forse lo sciopero funziona per le altre categorie ma per gli statali (impiegati, insegnanti ecc.) no. Perchè? Facciamo due conti. Più o meno gli insegnanti in Italia sono 700.000; le trattenute per lo sciopero facciamo in media 50 euro (sono numeri per approssimazione, ma anche per dare l'idea). Se tutti gli insegnanti facessero sciopero, lo stato risparmierebbe 700.000 x 50 = 35.000.000 di euro. Insomma, Tremonti potrebbe anche sorridere, forse solo per qualche nanosecondo. Ma perchè farlo contento?

Avevo proposto alla CGIL e al Movimento Nonviolento, di non far sciopero ma di destinare una giornata di lavoro all'uno o all'altro, dando al gesto il massimo della visibilità mediatica e inviando fotocopia del bollettino di versamento al Ministero; comunicando l'inziativa al proprio Dirigente, ai Colleghi, ai Genitori ecc. ecc. così che, per un giorno, il Ministero finanzia la CGIL o il Movimento Nonviolento.

Io farò così.

Sono ancora in attesa della risposta della CGIL...
Posta un commento