Pagine

giovedì 11 settembre 2008

Lettera aperta della lista Per il bene comune

13 Settembre: Grillo o Caparezza?

Per il Bene Comune invita a riflettere e chiede:

meno sprechi al Comune e più coerenza a Beppe Grillo



Lettera Aperta



Il comune di Genova promuove la Notte Bianca il 13 Settembre: negozi aperti, stand e tanta musica: Caparezza, Max Pezzali, Fabri Fibra, musica classica al Carlo Felice…costo un milione e 343 mila euro interamente (pare, ma verificheremo) coperto dagli sponsor.



Noi di PBC auguriamo buon divertimento ai partecipanti invitando però tutti ad una semplice riflessione: con questi soldi (anzi molto meno) il Comune avrebbe potuto far fronte all’emergenza sociale che stiamo vivendo (anche se pochi ne parlano): servizi sociali immobilizzati dalle ormai inesistenti risorse economiche per sussidi alle fasce più deboli, inserimenti in strutture residenziali o presidii di riabilitazione per minori, anziani, psichici, inoltre sostegni per persone diversamente abili, aiuti ai senza fissa dimora, e la lista potrebbe continuare….



Da palazzo Tursi potrebbero obiettare: gli sponsor non coprirebbero mai questo genere di spese e l’emergenza, che diventerà tragedia nel 2009, quando gli effetti dell’eliminazione dell’Ici saranno ancora più visibili, (soprattutto per chi lavora nelle cooperative del settore sociale) è dovuta alla precedente giunta Pericu che ha “ipotecato” i prossimi anni per far fronte alle spese del G8 2001 e di Genova capitale della cultura 2004…come a dire: noi non c’entriamo!



Siamo convinti però che con un po’ di impegno i soldi si trovano, cominciando magari ad eliminare gli sprechi (come ad esempio le famose consulenze esterne: possibile che con tutti i dipendenti comunali che ci sono, e con le loro competenze specifiche in ogni settore, abbiamo bisogno di professionisti esterni? La lista degli sprechi sarebbe ancora lunga….)

Noi vogliamo festeggiare quando possono farlo tutti, soprattutto le fasce più deboli.



Discorso diverso per la Notte Grigia organizzata dal Consorzio Pianacci e dai Meet Up genovesi di Grillo sulle alture del ponente Genovese. Interamente autofinanziata e le eventuali raccolte durante la serata andranno a favore delle religiose di Santa Maria di Calcutta e del Centro d'Ascolto del Cep di Prà.

L’evento è chiaramente in contrapposizione alla notte Bianca cittadina con Beppe Grillo e Marco Travaglio (ospiti d’eccezione) che metteranno in luce le disattenzioni della politica verso il ponente genovese: "La scelta dei luoghi della periferia da parte di Grillo - spiegano gli organizzatori - vuole portare l’attenzione sull’atteggiamento che le istituzioni dedicano alle periferie considerate come immensi ammortizzatori sociali urbanistici più che come cintura verde e di comunità locali intorno alla città.” Tra gli altri argomenti in agenda: qualità della vita, benessere e socialità…



Buoni propositi. Argomenti che il movimento Per il Bene Comune ha nel suo Dna. Chiediamo però un atteggiamento più coerente a Beppe Grillo ed ai suoi sostenitori: non si può parlare di attenzione all’ambiente e di qualità della vita senza affrontare il discorso Inceneritori (leggi Scarpino) ed ancora più chiaramente: non si può più o meno apertamente appoggiare alle elezioni politiche una lista come Italia dei Valori di Di Pietro che in più di una circostanza (soprattutto in Liguria)si è dichiarata a favore degli Inceneritori. Abbiamo dimenticato il lavoro fatto in tutta Italia con il Dott. Montanari per rendere noti a tutti gli effetti nocivi delle nano particelle emesse da questi impianti?

PBC Liguria


www.perilbenecomune.net
Posta un commento