Pagine

venerdì 29 febbraio 2008

Siamo alle solite...

La notizia e' di stasera. Il ministro taglia ancora. "Equamente", come dice la nota d'agenzia. Il ministro e' uno dei papaveri del Partito democratico, il quale ha promesso ulteriori tagli alle spese. La scuola, come la sanita', e' una spesa.
Serve altro per non votareVeltroni e la sua politica odiosamente liberista e classista?
Un caro saluto.
Marino.

Scuola: ministero taglia 3.000 posti di lavoro su personale non docente

ROMA - Saranno 3.000 i posti di lavoro che il ministerodell'Istruzione tagliera' sul personale non docente della scuola -amministrativo, tecnico ed ausiliario - nei prossimi tre anni: l'annuncio e' stato dato dai dirigenti di viale Trastevere direttamente ai sindacati in attuazione a quanto previsto dallaFinanziaria 2008.
La riduzione sara' pari a 1.000 posti l'anno, a partire gia' dal prossimo settembre. L'operazione rientra nel piano di decremento di spesa per il personale della scuola e si va, quindi, ad aggiungere ai 30.000 tagli di insegnanti, sempre da attuare equamente nei prossimi tre anni scolastici.
(Agr)

da una mail di edscuola...

E se presentassimo le liste nonviolente ecc. ecc. di cui abbiamo già parlato in precedenti post?
Posta un commento