Pagine

giovedì 26 luglio 2007

Un filmato da Berkeley (California)

Ho conosciuto Carola Mamberto e Fulvio Paolocci nel gennaio 2007: dovevano girare un servizio sull’immigrazione musulmana in un paese cattolico in quanto studenti del Corso di Giornalismo all’Università statunitense di Berkeley.
Hanno girato in lungo e in largo per l’Italia intervistando esponenti noti e meno noti della galassia musulmana. Sono venuti a Albenga perché volevano conoscere non solo le realtà maggiori, quelle delle grandi aree urbane, ma anche quelle dei centri minori e, nel suo piccolo, Albenga è un laboratorio di convivenza e dialogo come, purtroppo, pochi altri luoghi del nostro paese. Hanno telefonato a Roberto, uno dei responsabili del centro Culturale Islamico Ingauno che ha dato loro il mio numero di telefonino: ho incontrato Carola e Fulvio due volte. Insieme abbiamo girato per tutta Albenga e intervistato non so più quante persone di fede musulmana (almeno nominalmente, si dichiara islamico circa il 60% dei quasi 1500 immigrati che risiedono nel Comune).
L’ultima serata abbiamo ripresa dal Monte la Città: neanche a farlo apposta, quella sera, c’erano nuvole colorate dal sole al tramonto che si riflettevano sul mare: uno spettacolo!
Così è nato il filmato Musulmani che si può vedere al seguente indirizzo:

http://journalism.berkeley.edu/projects/tv/cnstv/archive/2007/crossroads/index.php?play=1.

PS: se avete un Mac, invece del Personal Computer come il sottoscritto, lo vedrete facilmente; in caso contrario, auguri…perché il programma che legge il file, Quick Media Player, funziona benissimo sul primo ma sul secondo dà problemi…
Il filmato è stato venduto, in versione ridotta, a televisioni americane ma una tv nazionale, Frontline World, la rete pubblica nazionale americana si è dimostrata interessata alla versione integrale…

PPS: di un altro filmato, interamente dedicato a Albenga e all’immigrazione musulmana (presentato in occasione del Convegno Marocco: così vicino così lontano tenutosi ad Albenga l’11 maggio scorso) ne parleremo in un prossimo post.
Posta un commento