Pagine

domenica 10 giugno 2012

NAPOLITANO, IL TERREMOTO E UN VUOTO DI MEMORIA

Sarà la stanchezza o quello stato di lieve confusione mentale che segue la fine dell'anno scolastico (per chi lavora seriamente nella scuola, è normale) ma mi sembra di aver udito al telegiornale, il Presidente della Repubblica dichiarare che vigilerà sulla ricostruzione nelle zone terremotate. Non ricordo bene: chi era il Presidente della Repubblica quando èavvenuto il disastroso terremoto de L'Aquila? Chi doveva vigilare su quanto millantava l'allora Presidente del Consiglio che dichiarava, con una faccia tosta che non ha avuto uguali nella storia repubblicana e non, che la città era stata ricostruita? Non ricordo bene, ma qualcuno doveva essere Presidente della Repubblica, allora. O c'era un clone?
Posta un commento