Pagine

lunedì 11 aprile 2011

CHI DI RAZZISMO FERISCE...I PASTICCI DELLA LEGA NORD

Dice Maroni che siccome la Ue ha bocciato la linea del nostro governo sulla gestione degli immigrati ormai non ci resta che uscire dall'Europa. Ma si', usciamo. Ma per andare dove? Non ci vuole nessuno, manco gli svizzeri, nel cui Canton Ticino la Lega locale e' diventata il primo partito. Sarebbe stata la soluzione piu' semplice: Lega di qua, Lega di la'. In fondo non sarebbe che il vecchio progetto di Bossi di creare una macroregione insubrica che comprendesse la Svizzera italiana. Pero' i gemelli elvetici di Bossi hanno condotto la loro

campagna elettorale sostenendo che i 40000 italiani che ogni giorno entrano nel loro territorio rubano il lavoro agli insubri indigeni, offrendo la loro manodopera a basso costo alle imprese locali, e sono arrivati persino a raffigurare codesti nostri compatrioti come "ratti famelici all'assalto del formaggio svizzero", secondo quanto scrive oggi il Corriere. Vale a dire che i leghisti di la' ci raffigurano come i leghisti di qua si raffigurano quei brutti, sporchi e cattivi che dai barconi vengono a rubare il lavoro a noi. E' la vecchia storia che si ripete. Chi di razzismo ferisce...






Un caro saluto. Marino.


Nota mia:
La lega ha segnato un altro autogol:
1. ha creato l'emergenza: vi ricordate Maroni che diceva che saremmo stati invasio da un'ondata epocale, da 200-300.000 immigrati: ne sono arrivati un decimo (e molti sono morti in mare); e che l'allarme l'hanno creato loro, i leghisti, quando hanno iniziato a suddividere glis tranieri in clandestini, richiedenti asilo, profughi e via dicendo...
2. ha dimenticato che sia all'Unione Europea, che in Germania e in Francia, governano i loro omologhi di centrodestra;
3. che i vari trattati prevedono la libertà di circolazione per i cittadini (o per gli stranieri ricchi: avete mai sentito di qualche milionario americano fermato alla frontiera?);
4. che l'Italia non può uscire dall'Unione Europea;
5 che se anche lo facesse, avrebbe tutti gli stranieria sulle sue spalle;
6. ho parlato con un amico che è stato recentemente alla frontiera di Ventimiglia: la situazione era tranquilla e non c'erano stranieri ovunque...

Fino a quando riusciremo a tollerare questa classe politica inetta e capace di pensare solo ai propri interessi, politici e aziendali? Sarebbe ora di finirla!!!

Posta un commento