Pagine

venerdì 3 luglio 2009

Brecht e la situazione italiana

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento,
perché rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto,
perché mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere gli omosessuali, e
fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.
Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente,
perché non ero comunista.
Un giorno
vennero a prendere me, e non c´era rimasto nessuno a protestare

Bertolt Brecht, 1931

(l'ho già pubblicata lo scorso anno, ma mi sembra sempre più attuale, soprattutto dopo il "pacchetto sicurezza")
Posta un commento