Pagine

mercoledì 27 agosto 2008

CHE VERGOGNA! FACCIAMO IL TEST ANCHE AI LEGHISTI!

da una mail di dw-intercultura, inviata da Luisa Rizzo


VENETO/SCUOLA: CIAMBETTI(LEGA), TEST D'INGRESSO PER ALUNNI STRANIERI

(ASCA) - Venezia, 26 ago - Pieno appoggio da parte della Lega alla
proposta dell'assessore Donazzan di introdurre quote per gli studenti
stranieri nelle classi. Lo ribadisce il consigliere regionale del Veneto,
Roberto Ciambetti che propone anche test di ingresso per gli alunni
stranieri.

''Non si tratta di discriminazione - precisa il consigliere della Lega -
ma non possiamo pensare di rallentare lo studio e l'apprendimento dei
nostri figli solo perche' all'interno di una classe ci sono alunni che non
riescono a seguire le lezioni in italiano''.

''Ci sono esperienze - afferma Ciambetti - in diverse scuole dove quello
del dialogo e della comprensione della lingua e' diventato un autentico
problema, per gli insegnanti come per gli allievi. Lo aveva gia'
sottolineato il senatore e sindaco di Chiarano, Gianpaolo Vallardi, che
era stato duramente criticato per aver emesso una delibera comunale con la
quale poneva una 'quota stranieri' nelle singole classi.

Vallardi aveva posto all'attenzione su una questione molto delicata:
l'aveva risolta andando incontro alle richieste di molte famiglie del suo
paese, anche se da fuori c'era chi lo aveva tacciato, a torto, di
razzismo''.

Il Consigliere ha poi ribadito di apprezzare l'iniziativa del Ministro
Gelmini che propone nuove valutazioni per gli insegnanti: ''I nostri
giovani hanno bisogno di una scuola che dia loro un'adeguata
preparazione'' res/mcc/bra

(Asca)

http://www.asca.it/moddettregione.php?id=310414&img=&idregione=&nome=&articolo=VENETO/SCUOLA:%20CIAMBETTI(LEGA),%20TEST%20D'INGRESSO%20PER%20ALUNNI%20STRANIERI

COMMENTO MIO:
che la lega si preoccupi della scuola, del grado di istruzione dei suoi alunni e che, soprattutto a bbia a cuore la conoscenza della nostra lingua da parte degli alunni stranieri, tutto ciò le fa molto onore.
Facciamo il test d'ingresso anche ai politici padani: vediamo come cosa e quanto conoscono della nostra storia (vedi la polemica sul volume di storia distribuito in Lombardia); quale il loro livello di padronanza della lingua italiana...
...in ogni caso, consilgio loro di leggersi le parole di don Milani che ho riportato sotto la testata...
Giuliano
Posta un commento