Pagine

giovedì 23 ottobre 2008

Grazie, Pierre

Un gentile lettore, ha letto un precedente blog in cui citavo, a memoria, una poesia di Brecht che non riuscivo più a trovare nei miei libri.
Cordialmente me l'ha inviata e la pubblico, dedicandola a tutti gli ignavi...
Ecco la poesia di Bertolt Brecht:

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari
e fui contento, perché rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei
e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere gli omosessuali,
e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.
Poi vennero a prendere i comunisti,
e io non dissi niente, perché non ero comunista.
Un giorno vennero a prendere me,
e non c’era rimasto nessuno a protestare

Meditate, gente, meditate...Davvero viviamo in tempi bui (tanto per ricitare Brecht). Magari non tanto bui come i suoi...ma non c'è male...
Posta un commento