Pagine

giovedì 16 maggio 2013

ALBENGA: IMMIGRATI, LEGA NORD E MALAFEDE.

Passando davanti alla sede di Albenga della Lega nord ho visto un manifesto, semplice nel testo e feroce nel contenuto. Il titolo recita: "3 milioni di disoccupati, 5 milioni di immigrati". E sotto una fotografia (di cui, purtroppo, non ricordo nulla: sono passato in macchina!) il testo continua: "Difendiamo il lavoro dei nostri giovani".
Ora, per chi risiede al fuori Albenga, l'economia della piana è sorretta dal lavoro di immigrati, solitamente ipersfruttati e impiegati in condizioni lavorative e sanitarie a dir poco penose. Molti di loro sono 'irregolari' (o lo sono i loro padroni e tutti quelli che permettono questo stato di cose?).
Ora, non mi risulta che ci siano giovani nativi disoccupati a causa della presenza straniera. E soprattutto giovani nativi che vogliano andare a lavorare in quei luoghi e a quelle condizioni!
E allora, qual è la ragione di quell'infelice manifesto, se non quella di dar adito al mugugno; di voler far finta di protestare contro una ingiustizia che non c'è (nascondendo un'ingiustizia reale e senza la quale la florida economia delle piante aromatiche e dei 'vasetti' sarebbe annullata) e, ancor peggio, di dar la colpa agli immigrati di una crisi che è strutturale al capitalismo!
Ma la lega, i leghisti lo sanno bene e per questo, invece di puntare il dito contro le reali cause della crisi, se la prendono con il nemico di turno: vent'anni fa i 'terroni' ora i 'marocchini'.
Recentemente è stato inaugurato la nuova sede del Centro Culturale Islamico: bellissima e dignitosa, com'è giusto che sia un luogo di fede e di cultura. Ovviamente sono stato inviato e ho avuto il 'piacere' di ascoltare la sindachessa leghista...sembrava una della Caritas...e mi perdonino gli amici della Caritas! Peccato che abbia ricordato ai presenti che anche lei viene da un movimento che a lungo è stato discriminato, 'ingiustamente accusato di razzismo' (sono parole sue) e che lei era felice di questa apertura. Lei, leghista, ce l'ha solo con quelli che delinquono (chissà se pensava a qualche ex personaggio del suo stesso partito!)...peccato che la stragrande maggioranza degli immigrati che 'delinque', lo fa per colpa di una legge razziale e razzista come la Bossi Fini...
Ancor più recentemente, la stessa sindachessa si è espressa contro lo ius solis: e pensare che oltre il 70 % dei bambini che frequentano le scuole cittadine, siano stranieri solo per la legge fascistoide di cui sopra: sono nati in Italia, frequentano scuola e extrascuola italiani, sovente non parlano la lingua dei loro genitori e spesso non sono neanche stati nel paese d'origine della loro famiglia. Però sono 'stranieri' mentre noi dobbiamo tenerci quelli che vaneggiano di 'padania' (entità mai esistita), di secessione e, ora di macroregione. Che vergogna!
ABROGHIAMO LA BOSSI FINI!
Posta un commento