Pagine

lunedì 13 giugno 2011

QUORUM E REFERENDUM: HO PERSO L'APLOMB!

Lo so che di solito sono calmo, tranquillo e gentile; cerco di non dire parolacce e di fare brutti gesti. Provo a comportarmi da persona educata e civile. Ma ogni tanto, un po' di trasgressione ci vuole, perdiana!
Per i referendum che si sono appena celebrati, questo governo ha dato il meglio del peggio che poteva dare: li ha destinati a metà giugno (ma il buon Dio, ci ha messo lo zampino); ha cercato di boicottarli in tutti i modi; è dovuta intervenire l'AgCom (dove il Com non sta per Comunista) per equilibrare gli interventi nei tg. Berlusconi li ha definiti inutili, Bossi li ha insultati (dopo aver detto che alcuni erano affascinanti: ma si sa, per lui, tutto è 'carne da cannone', può essere messo sul piatto della bilancia per un po' di potere). Addirittura ho letto che la signorina del meteo di Rai1 ha detto che ieri sarebbe stata una bella giornata e che la gente poteva andare a fare una gita...
Ma finalmente, dopo un po' troppo tempo (chissà perchè abbiamo sempre bisogno di una ventina di anni per aprire gli occhi?), stiamo divenendo un paese normale. Per cui abbiamo detto no al nuovo nucleare (dopo tutta la campagna terroristica che ci avevano montato su), no alla privatizzazione dell'acqua e, guarda caso, no al leggitimo impedimento.
Certo, ora i partiti faranno di tutto per accapararsi questo movimento che è ripartito alla grande, ma non dobbiamo farcelo fregare...
Eloquente interpretazione del celeberrimo dipinto, tratta dal sito http://www.nonciclopedia.wikia.com
Posta un commento