Pagine

venerdì 21 agosto 2009

da www.nigrizia.it

Cari lettori,
segnalo alcune delle notizie pubblicate su www.nigrizia.it e vi invito a andare sul sito per leggere anche gli altri approfondimenti.
...Buona lettura!

Zimbabwe: in arresto 10 deputati dell'opposizione
L'accusa di disturbo della quiete pubblica suona quasi come una provocazione: numerosi gli arresti di deputati dell'Mdc da parte della polizia dello Zimbabwe. Il partito del presidente Robert Mugabe cerca di avere così mano libera in parlamento.


Migranti: silenzio stampa. E diritti.
Il problema dell'immigrazione clandestina è risolto secondo il governo: sulle coste italiane niente più sbarchi. Ma le carrette del mare tentano ancora la sorte: oggi soccorsi 5 migranti eritrei. 75 loro compagni sono morti nella traversata. E nelle carceri libiche continuano le violazioni di diritti umani: almeno 20 migranti somali uccisi nel centro di Bengasi.


Gli stranieri? Non sono ladri di lavoro
Un rapporto della Banca d'Italia smonta una delle tesi su cui si regge 'l'ideologia padana': gli stranieri non rubano il lavoro agli italiani. Anzi: l'ondata migratoria ha aumentato le possibilità di lavoro degli italiani, oltre a sostenere la crescita demografica e il sistema previdenziale.


Berlino 2009: l'Africa che corre
Con l'argento di Janeth Jepkosgei Busienei negli 800 metri femminile il Kenya conquista la terza posizione nel medagliere, dopo Stati Uniti e Giamaica. Mentre sull'atleta sudafricana Caster Semenya, vincitrice dell'oro sulla stessa distanza, pesa l'accusa di essere ermafrodita.


Zambia: il re non è più nudo
É diventato famoso per il suo costoso guardaroba comprato con fondi statali, ma Frederick Chiluba, ex presidente dello Zambia, non è colpevole di corruzione, secondo i giudici di Lusaka. A Londra invece è già stato ha già condannato nel 2007. Nella lotta contro la corruzione e l'impunità, l'Africa ha perso un'altra occasione.


NIGRIZIA - NIGRIZIA MULTIMEDIA - AFRIRADIO -
Vicolo Pozzo, 1 - 37129 Verona
www.nigrizia.it - online@nigrizia.it
Posta un commento