Pagine

venerdì 27 giugno 2008

NON DISTOGLIETE LO SGUARDO: SIAMO IN GUERRA!

AFGHANISTAN. "PEACEREPORTER": CANI SCAGLIATI CONTRO CIVILI DURANTE
RASTRELLAMENTI
[Dal sito di "Peacereporter" (www.peacereporter.net) riprendiamo il seguente
breve articolo del 26 giugno 2008 dal titolo "Afghanistan, cani scagliati
contro i civili durante rastrellamenti"]

Continuano le denunce, da parte della popolazione civile del sud
dell'Afghanistan, di gravi abusi e violenze subite per mano delle truppe
governative afgane che accompagnano le forze della Nato nel corso delle
operazioni anti-talebane.
Testimonianze raccolte da fonti locali di "Peacereporter" riferiscono che
alcune notti fa, nel villaggio di Khanishin, distretto di Grishk, provincia
meridionale di Helmand, soldati afgani sbarcati da alcuni elicotteri Nato
hanno fatto irruzione nelle abitazioni liberando dei cani che si sono
scagliati contro gli abitanti che dormivano. Almeno due persone sono morte
per le gravi ferite causate dai morsi. Successivamente, sono entrate in
azione le truppe Nato, con perquisizioni e interrogatori.

AFGHANISTAN. LA GUERRA TERRORISTA E STRAGISTA CUI L'ITALIA STA PARTECIPANDO IN VIOLAZIONE DELLA LEGALITÀ COSTITUZIONALE E DEL DIRITTO
INTERNAZIONALE

Quella che da decenni continua in Afghanistan e' una guerra terrorista e
stragista, razzista e imperialista, alla quale da anni anche l'Italia sta
militarmente partecipando in flagrante violazione della legalità
costituzionale e del diritto internazionale.
Generazioni di afgani non hanno mai conosciuto un giorno di pace.
Quando qui in Itala sorgerà un movimento per l'umanità, per la legalità,
per il diritto alla vita di ogni umana persona, per la pace? Quando qui in
Italia sorgerà un movimento contro la guerra e le stragi, contro il
terrorismo e la dittatura dei poteri criminali?
Quando qui in Italia sorgerà un movimento che faccia la scelta necessaria e
urgente, la scelta indispensabile per tornare al rispetto della legalità
costituzionale, al rispetto della dignità umana?
Quando si capirà che solo la scelta della nonviolenza può salvare
l'umanità?

tratto da:
NOTIZIE MINIME DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 499 del 27 giugno 2008

Notizie minime della nonviolenza in cammino proposte dal Centro di ricerca
per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac@tin.it
Posta un commento