Pagine

martedì 24 marzo 2009

L'ITALIA RIPUDIA LA GUERRA...MA COSTRUISCE E VENDE ARMI....


E' l'NH90, nuovo elicottero militare "medio-pesante" di coproduzione europea, fornito a numerosi Paesi appartenenti alla Nato e all'Oman
Scritto per noi daStefano Ferrario
Boom di contratti per l'NH90, nuovo elicottero militare "medio-pesante" di coproduzione europea che sarà fornito a numerosi Paesi appartenenti alla NATO e all'Oman.
Gli elicotteri NH90, nelle intenzioni dei costruttori, dovranno rammodernare anche i vecchi arsenali aeronautici dei Paesi dell'Est europeo entrati a gravitare nell'orbita della NATO.
L'NH90 (NH significa NATO Helicopter) è prodotto dalle "NH Industries", un consorzio europeo che comprende: Eurocopter (Francia/Germania, un marchio comprendente EADS ed Aerospatiale) che copre il 62,5% del progetto, AgustaWestland (gruppo Finmeccanica) il 32% e l'olandese Stork Fokker il 5,5%.
L'NH90 è un elicottero da "trasporto tattico" che, secondo le configurazioni, può portare 20 soldati seduti con equipaggiamento, veicoli leggeri e, nella versione cargo, un carico di 2500 kg. Può essere anche armato con siluri e missili antinave a lungo raggio.
Sono previsti contratti per 545 NH90 (445 già stipulati più 100 opzioni), che equipaggeranno 18 forze armate di 14 paesi. I Governi che hanno partecipato al progetto sono: Italia, Francia, Germania, Spagna, Olanda, Belgio, Svezia, Norvegia, Finlandia, Grecia, Portogallo, Australia e Nuova Zelanda. Un ordine per 20 elicotteri è stato fatto anche dall'Oman.
AgustaWestland ne produrrà 142: 50 per l'esercito italiano e 46 per la marina italiana, 20 per le forze armate olandesi, 12 per quelle portoghesi e 14 per la marina norvegese; ma con l'intenzione di ampliare il mercato come ci confermano i 10 elicotteri in versione navale per cui AgustaWestland è in trattativa con il Governo dell'Arabia Saudita.
Ognuna delle aziende sopraccitate ha una tecnologia specifica che si traduce in parti di elicottero da produrre. Per esempio Eurocopter costruirà la maggior parte della fusoliera, AgustaWestland l'impianto di trasmissione e le pale e Stork Fokker i carrelli. Ogni azienda produrrà le parti in cui si è specializzata per tutti gli NH90 già venduti e l'assemblaggio finale avverrà in Germania, Francia, Italia, e Finlandia. "Ogni Paese con grossi ordini costruirà nel proprio territorio una linea d'assemblaggio per gli elicotteri, ma nessun Paese ha convenienza a produrre in proprio se le quantità sono piccole (intorno ai 20 elicotteri), ma delega l'assemblaggio ad una delle aziende del consorzio", come ci spiega AgustaWestland.
Con la strategia industriale descritta le commesse si amplificano e di conseguenza si accresce anche la produzione per AgustaWestland, Eurocopter e Stork Fokker.
sicuramente il genio italico lo userà per 'missioni umanitarie' o, magari, nell'epica lotta contro l'immigrazione irregolare...già ce lo vedo il Ministro Maroni addobbato come Snoopy....
Posta un commento