Pagine

venerdì 15 maggio 2009

UNA PRECISAZIONE PER DIEGO E GLI ALTRI

Cominciamo dall'inizio: qualche tempo fa, ho pubblicato un post dal titolo "C'è del marcio in Danimarca" nel quale, invece di parlare di Shakespeare, parlavo di Brecht. Ora, Diego, una persona di destra, ma colta (si vede che ne esitono anche da quella parte, oltre uno dei miei storici preferiti, Franco Cardini), mi scrive il seguente post a commento di un precedente post della stessa forza, che riporto integralmente:

Diego ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "C'E' DEL MARCIO IN DANIMARCA (E MI SCUSINO I DANESI":
Anonimo, hai ragione ad indignarti che ci siano in giro personaggi come Giuliano (e Marino)che si atteggiano a padroni della verità, e intanto confondono Brecht (....) con Shakespeare; precisamente chi pronuncia la frase è Marcello,l'ufficiale che, in Amleto, insieme a Bernardo ha invitato Orazio per farlo assistere all'apparizione dello spettro da loro visto sugli spalti le notti precedenti. Ma cosa pretendi da gente che così, allegramente, insulta l'80% del popolo italiano? qualcuno è fuori posto tra noi (tanti) e loro (pochi e sempre più rancorosi). E se i numeri contano qualcosa, non siamo noi.

Postato da Diego in NESSUNO ESCLUSO alle 14 maggio 2009 16.10


Ora, mi sembrava di essermi già spiegato ma si vede che Diego e il coraggioso anonimo, oltre ad essere di destra, sono pure un po'...come dire...duri di compèrendonio o forse molto ignoranti. Lo so benissimo che la frase è di Shakespeare, ma Brecht la usava perchè, non potendo citare direttamente la Germania (dove allora comandava Hitler, non so se mi spiego!), parlava della Danimarca...forse è un ragionamento troppo sofisticato per i due destri...o forse è tale la loro voglia di aggredire il 'nemico' che non leggono tutto quello che uno scrive (o, se lo leggono, peggio ancora, non lo capiscono)...

Mi perdonino i lettori di queste trasgressioni: il prossimo post tratterà argomenti un po' più pregnanti...
Spero che i destri abbiano gradito il tricolore...
Giuliano
Posta un commento