Pagine

mercoledì 12 dicembre 2007

BUROCRAZIA E OTTUSITA': A PAGARE SONO SEMPRE GLI STESSI...

SCUOLA: UN MONDO DA CAMBIARE

Amici, il tempo è volto decisamente sull’autunnale spinto, per non dire invernale.
Alla televisione, perfino alle orecchie di chi la vede poco come me, siamo bombardati da notizie e notiziole riguardanti l’imminente natale, ed anche io avevo preparato il mio bell’interventino su di esso, in due parti.
Ma ne parlerò la settimana prossima, visto che la realtà incombe anche su questa strada ed impone di parlare CON FORZA del mondo in cui una logica burocratica profondamente sbagliata regna e si impone su tutti i tentativi di buona volontà e buon esercizio dei singoli.
Vi avevo già parlato di mio figlio e del problema delle insegnati di sostegno.
Bene , dal 22 Ottobre questo problema sembrava essersi risolto, visto che era giunta, e per il momento vi è ancora, una brava insegnante curricolare, ma con molta buona volontà e predisposizione, che ha aiutato Giovanni a compiere molti passi avanti nella sua scolarizzazione.
Oggi abbiamo fatto il glh, e tutti finalmente eravamo in sintonia, terapisti, insegnanti e genitore, sui progressi di Giovanni.
E allora dov’è il problema..
Prima vi prego di prepararvi un cicchetto.
Così me lo preparo anche io, che non dovrei bere, ma tanto qui si fa in virtuale.
Il seguito della storia, credetemi, richiede che siate un po’ brilli, così non vi arrabbiate troppo.
Oggi mi hanno ribadito che l’insegnante attuale non è definitiva, cosa che sapevo.
Quello che non sapevo è che sarà così per TUTTI GLI ANNI DI SCUOLA DI MIO FIGLIO.
Sapete perché?
Perché Giovanni, avendo due patologie, ha due trattamenti diversi: come bambino con disturbo generalizzato dello sviluppo, avrebbe diritto alla continuità ma a circa sei (SEI!) ore di insegnante di sostegno settimanali.
Attualmente, invece lo trattano come bambino ipovedente grave con 22 ore di sostegno, ma SENZA DIRITTO ALLA CONTINUITA’.
Così Giovanni, IPOVEDENTE GRAVE E AFFETTO DA DISTURBO GENERALIZZATO DELLO SVILUPPO, PER LA BUROCRAZIA SCOLASTICA DEVE SCEGLIERE TRA LE SUE DUE PATOLOGIE!!!!
Ai Signori del provveditorato non interessa che lui le abbia entrambe, deve scegliere se vuole essere assistito pochissimo, ma non subire la roulette russa delle insegnati, o essere assistito meglio, ma sorbirsi UN TRAUMA ogni volta che deve cambiare.
Sfido chiunque a trovare una logica in questo tipo di situazione!
A MENO CHE QUALCUNO DEI SIGNORI DEL PROVVEDITORATO NON ABBIA CONOSCENZE IN ALTISSIMO LOCO, TIPO ALLA MADONNA DI LOURDES, CHE CANCELLI A GIOVANNI UNA DELLE DUE PATOLOGIE!
Nel frattempo, visto che io e mio figlio NON POSSIAMO SCEGLIERE, ALMENO DENUNCIAMO PUBBLICAMENTE QUESTA SITUAZIONE, SPERANDO CHE GESU’ BAMBINO FACCIA IL MIRACOLO.
CAMBI LE TESTE E IL CUORE DEGLI UOMINI DI CATTIVA VOLONTA’, VISTO CHE SON LORO AD AVERE IL POTERE…

Rosa Mauro



Scritto da Rosa Mauro mercoledì 12 dicembre 2007 e tratto dal suo blog reperibile all’indirizzo

http://caffeletterario.helloweb.eu/index.php?option=com_content&task
Posta un commento